L’HD Council Italia al SAT Expo 2005

La mostra vicentina ha visto la presentazione ufficiale dell’HD Council Italia, l’Associazione nata per promuovere la diffusione dell’Alta Definizione nel nostro Paese.

La recente edizione 2005 del SAT Expo ha visto la presentazione ufficiale dell'HD Council Italia, l'Associazione nata per promuovere la diffusione dell'Alta Definizione nel nostro Paese. All'interno della fiera, dedicata nel passato quasi esclusivamente alle tecnologie satellitari, per la prima volta, si è tenuto l'HD Expo Forum, promosso dall'HD Council Italia e dallo stesso SAT Expo, che ha raccolto importanti aziende produttrici e distributrici di prodotti e tecnologie per l'Alta Definizione.

In armonia con i proprio fini istituzionali l'HD Council ha organizzato due convegni: "HDTV le tecnologie ed i prodotti" e "HDTV la produzione in Alta definizione". Il panel oratori, di elevato prestigio internazionale, annoverava, fra l'altro, nomi del calibro di: Angelo D'Alessio, Direttore Internazionale dell'SMPTE e Chairman del modulo Theatre System dell'European Digital Forum; Manlio Cruciatti, Direttore delle Tecnologie Mediaset; Chris Forrester, editore, giornalista e profondo conoscitore delle realtà televisive in campo internazionale; Thomas Wrede, product Manager di Astra; Cristiano Benzi di Eutelsat; Mario Stroppiana del Centro Ricerche Rai.

In qualità di padrone di casa, ha aperto i lavori Alberto Simonetti, membro del comitato direttivo dell'HD Council Italia, che ha presentato una breve panoramica di ciò che sta accadendo a livello mondiale nella trasformazione del mondo della televisione tradizionale in quello dell'Alta Definizione. Ormai il mondo intero si sta convertendo all'Alta Definizione; realtà come Stati Uniti, Canada, Giappone, Cina, Australia, solo per citare degli esempi, hanno iniziato da anni l'evoluzione tecnologica e stanno pianificando a breve lo switch off, vale a dire lo spegnimento degli impianti di diffusione a definizione standard.

"L'Europa - ha spiegato Alberto Simonetti nel suo intervento - rischia di perdere un'opportunità rappresentata dai risvolti economici del passaggio alle nuove tecnologie; ancora più grave sarebbe farci trovare impreparati e senza le necessarie cognizioni per gestire il cambiamento che in modo ineluttabile, comunque avverrà. Tra l'altro, la missione dell'HD Council è quella di formare operatori e tecnici capaci di operare a tutti i livelli produttivi che saranno toccati dall'Alta Definizione".

"Inoltre - ha spiegato Franco Panadisi, presidente dell'Associazione - , l'HD Council vuole essere il punto d'incontro di persone fisiche e giuridiche che graviteranno intorno al mondo dell'HD. Anche il vasto pubblico di semplici appassionati potrà trovare nell'HD Council un punto di riferimento per avere informazioni corrette e puntuali su questa affascinante, ma per certi versi, ancora misteriosa tecnologia. Chiunque può iscriversi all'Associazione, anche attraverso il sito www.hdcouncil.it, e più saranno gli associati, più forte sarà la nostra voce a difesa e sostegno delle istanze di coloro che vedono nell'Alta Definizione un'importante opportunità".

I convegni sono stati affollatissimi di operatori, ma anche di semplici appassionati, il che dimostra l'elevato interesse che l'Alta Definizione sta raccogliendo attorno a sè. L'impegno al SAT Expo di Vicenza si è concluso con l'appuntamento dell'HD Council al convegno "La televisione ad Alta Definizione", in occasione della 42a edizione dello SMAU di Milano (che si terrà fra due settimane assieme all'IBTS).

L'HD Council Italia è un'Associazione indipendente non a fini di lucro che si pone i seguenti obiettivi:

- favorire la comprensione delle nuove tecnologie legate all'Alta Definizione;

- preparare tecnici ed operatori alle nuove opportunità di mercato;

- cooperare con le strutture produttive per studiare nuovi modelli operativi ed economici atti a sviluppare nuovi mercati e consolidare quelli esistenti.

Si candida inoltre ad essere il "punto di riferimento" verso le case costruttrici ed un organismo che aggrega persone, progetti, idee, opportunità, per far crescere le persone ed il mercato.

È compito dell'HD Council mettere in atto tutte le iniziative volte a favorire un rapporto di "Ethic Technology" tra i produttori e i consumatori, ovvero l'avvento di una tecnologia al servizio degli utenti, per un uso consapevole ed una scelta informata, volta non a soddisfare esclusivamente meri fini economici ma ad apportare un miglioramento dello stile di vita degli utilizzatori.

Pubblica i tuoi commenti