Licenziamenti a Telecolor: redattori ‘imbavagliati’

Per protestare contro la consegna delle prime due lettere di licenziamento ai giornalisti di Telecolor di Catania oggi i redattori si sono presentata nello studio durante l’edizione delle 13,30 del Telegiornale schierandosi alle spalle del conduttore imbavagliati.

"La scelta di andare in onda con il bavaglio - ha spiegato il fiduciario di Redazione Nicola Savoca, che ha condotto questa particolare edizione del Telegiornale - è stato un gesto di solidarietà verso i colleghi Alfio Sciacca e Fabio Albanese, che per primi hanno ricevuto due delle annunciate sei lettere di licenziamento e per mostrare ai telespettatori anche fisicamente il bavaglio che si mette a delle voci libere dell'informazione siciliana".

"La scelta di procedere ai licenziamenti - spiega ancora Savoca - è giunta infatti a seguito del rifiuto della redazione di accettare a Telecolor una sorta di redazione parallela controllata dall'editore; questo è avvenuto dopo che i giornalisti avevano accettato tutte le misure di risparmio economico chieste dall'editore. Potevamo accettare i sacrifici economici, ma non potevamo barattare il posto di lavoro con la nostra dignità e con la nostra libertà".

La vicenda di Telecolor, finita qualche anno fa in mano a Mario Ciancio, 'padrone' di molte Tv catanesi e del quotidiano 'La Sicilia' ed ex presidente della FIEG, è molto seria, come avevamo scritto già quache settimana fa e sta portando in serie difficoltà una Tv che si era sempre distinta per la qualità e l'impegno nell'informazione. Un primato che a Ciancio sembra però interessare poco...

Pubblica i tuoi commenti