Marco Ghigliani a La7, Stella se ne va

Giovanni Stella stavolta se ne va davvero. E mentre continuano gli interrogativi sulla vendita di La7 e del gruppo Telecom Italia Media, fa un altro passo avanti Marco Ghigliani, che ha intanto un obiettivo: tagliare i costi.

In realtà si tratta di una promozione di risorse interne, in attesa di trovare un compratore per l'ambita ma 'complessa' (dal punto di vista economico) La7. Ecco che quindi, come previsto, Giovanni Stella, autore dei famosi investimenti che hanno potenziato i programmi ma anche fatto salire i costi di programmazione della rete, si è dimesso dal consiglio di Ti Media, lasciando il posto a Marco Ghigliani, già direttore generale.

Quanto al presidente, Severino Salvemini, è stato indicato anche come numero uno (presidente) di La7, sempre al posto del dimissionario Stella. Il nuovo ad Ghigliani ha comunque già un mandato chiaro: contenere i costi in vista «del percorso prospettico di gestione coerentemente con le nuove necessità dal settore televisivo».

Il Consiglio di Telecom Italia Media, dunque, sulla base dei risultati consolidati a novembre che confermano il trend negativo già evidenziato a settembre, ha dato mandato al management di elaborare un piano mirato al miglioramento della situazione economico-finanziaria, con l'obiettivo di tagliare i costi. Al Cda è stata anche presentata una relazione con un aggiornamento sul processo di dismissione di Ti Media in corso. Su questo fronte ancora non c'è chiarezza, ma è evidente che le offerte presentate non hanno soddisfatto i vertici della controllante Telecom. In lizza per l'acquisto sono rimasti due pretendenti: il fondo Clessidra di Claudio Sposito con l'Equinox di Salvatore Mancuso, che avrebbero offerto 300 milioni di euro. L'altro pretendente, per la sola La7, è Cairo Communication che raccoglie la pubblicità della rete.

Nei primi nove mesi del 2012 La7 ha registrato risultati in calo, ma con pubblicità in crescita del 6,6%, in controtendenza rispetto al mercato. che è sceso del 10,9%. In compenso, sono aumentate le perdite.

Pubblica i tuoi commenti