Mimun in Vigilanza, la Tagliafico si dimette

In un crescendo sempre più “inquietante” la Rai è entrata in piena campagna elettorale, in vista di Amministrative ed Europee. Così succede di tutto, con un Cda dove ci si scambiano inviti alle dimissioni e il Tg1 che non trova proprio pace.

Il direttore del Tg1, Clemente Mimun, si è recato ieri a Palazzo San Macuto per un'audizione alla Commissione parlamentare di Vigilanza. Contrariamente alla prassi, Mimun, non ha poi svolto una relazione sulla situazione del telegiornale da lui diretto ma ha annunciato di voler rispondere alle domande dei commissari.

L'atteggiamento del direttore del Tg1 è stato definito dai parlamentari dell'Ulivo in Commissione di Vigilanza ''volto ad eludere una seria e approfondita discussione sulla situazione del Tg, al quale Mimun evidentemente non intende assicurare una gestione che garantisca il pluralismo, la completezza dell'informazione, il rispetto dell'autonomia e della professionalità dei giornalisti''.

Nel frattempo l'Ulivo ha chiesto per il Tg1 e per la Rai "un assetto di garanzia reale alla vigilia di importanti consultazioni elettorali". Tutto in Vigilanza è stato comunque, alla fine, rinviato alla prossima settimana.

Intanto il vicedirettore del Tg1, di area Ds, Daniela Tagliafico, ha definitivamente formalizzato le sue dimissioni con una lettera al Cdr della testata, in palese contrasto con la linea informativa di Mimun. La Tagliafico ha reso note anche due missive inviate proprio a Mimun, in una delle quali afferma di non aver ricevuto risposte "su una serie di punti a mio avviso ineludibili'" e chiede "l'assegnazione di un nuovo incarico all'interno della testata, adeguato alla mia professionalità".

Prosegue così la dura campagna elettorale in corso all'interno di Viale Mazzini e Saxa Rubra. La tensione è già molto alta e il culmine si è avuto nelle scorse ore, quando la presidente Annunziata, dopo aver parlato genricamente di "interventi del premier Berlusconi sui Consiglieri Rai", è stata quasi "sconfessata" proprio dagli altri membri del Cda. Come immaginavamo nella precedente news in materia, siamo quasi al "redde rationem": il presidente della Rai non sopporta più quasi tutti gli altri Consiglieri (e - si sa - litiga anche con il direttore generale) e questi ultimi ne auspicano quasi le dimissioni. Ma la reazione è stata furibonda: "Dimettetevi voi!" - ha detto la Annunziata. E la scadenza elettorale di giugno è ancora molto lontana...

Pubblica i tuoi commenti