Minori in tv: stavolta (forse) si fa sul serio

Dopo la cerimonia della firma di venerdì ora si guarda avanti. E per il Codice su Tv e minori è già l’ora di parlare di controlli e controllori.

Venerdì scorso, come è noto, c'è stata la cerimonia di firma del Codice di autoregolamentazione per la tutela dei minori in Tv predisposto nell'ambito della Commissione per l'assetto del sistema radiotelevisivo presieduta da Adalberto Baldoni.

Il testo, che almeno sulla carta sembrerebbe rigido, dovrebbe finalmente fare piazza pulita di molte delle chiacchiere e dei "decaloghi deontologici" (compreso il precedente Codice) mai rispettati prodotti in lungo e in largo negli ultimi anni.

Tra le novità più interessanti del Codice c'è la creazione di un "comitato di controllo" delegato a verificare il rispetto delle norme del Codice stesso e, naturalmente, a segnalarne eventuali violazioni.

Le multe sanzionate ai trasgressori potrebbero arrivare fino a 250 mila euro.

Baldoni si è detto molto soddisfatto dell'operato del proprio gruppo di lavoro, affermando che "il comitato di controllo istituito dalla commissione sarà una specie di Pubblico Ministero, che indagherà e condurrà istruttorie sulle eventuali violazioni del Codice, ingiungendo direttamente all'emittente la modifica o la sospensione di un programma e indicando tempi e modalità".

"Entro una quindicina di giorni - ha concluso Baldoni - il Ministro dovrebbe firmare un decreto di nomina dei quindici membri dell'organismo, dei quali cinque in rappresentanza delle emittenti, cinque delle istituzioni (uno lo indicherà la stessa Authority) e cinque per dar voce alle associazioni degli utenti. Appena insediato il Comitato provvederà a designare un presidente".

Tempi duri per le Tv troppo disinvolte nei confronti del pubblico più giovane, dunqueO È sperabile, anche se l'esperienza del passato non indica certo che questa sia una strada facile. Vedremo, tanto per iniziare, se davvero i minori non compariranno più dalla D'Eusanio. Ma non è certamente lei l'unica da tenere d'occhio...

Pubblica i tuoi commenti