Murdoch “chiude il cerchio” con DirectTv

Il magnate australiano ha annunciato di aver comprato la quota del 20% in Hughes Electronics (cui fa capo DirectTv) in possesso di General Motors e, più in prospettiva, un altro 14%, impadronendosi così della società.

News Corp. ha finalmente raggiunto il suo obiettivo storico, stipulando un accordo con General Motors per l'acquisto di DirectTv, rete televisiva via satellite americana controllata da Hughes Electronics, società di comunicazioni in portafoglio appunto a GM.

Il gruppo del tycoon australiano verserà 6,6 miliardi di dollari per il 20% di Hughes Electronics, mentre ha fatto sapere che otterrà un ulteriore 14,1% da parte di altri azionisti dell'azienda. Traducendo in "soldoni" le precedenti percentuali, si tratta di circa 3,8 miliardi di dollari per la quota del 20% e di 2,8 per il 14. Per la cronaca, il concorrente di News Corp., SBC Communications, si era ritirata dalla gara per DirectTv alcuni giorni fa.

Dopo l'accordo, a New York hanno iniziato a calare di valore le azioni australiane News Corp., così come il titolo, alla borsa di Sydney, ha perso ben il 7,3%, in quanto gli investitori sembra abbiano giudicato eccessivamente oneroso il costo dell'operazione.

A parte questi particolari finanziari, c'è da dire che per Rupert Murdoch si tratta di un'ennesima importantissima vittoria che chiude il cerchio per lui a livello globale (cioè mondiale) dopo la recentissima vittoria definitiva anche sul fronte italiano della pay-tv. La potenza di Rupert è ormai colossale, in quasi tutte le aree del globo: un invidiabile primato, ma anche una situazione di concentrazione con aspetti inquietanti, di cui tenere sicuramente conto affrontando il tema dei media in Italia e nel mondo.

Pubblica i tuoi commenti