MY-DTT nel laboratorio della Fondazione Bordoni

MY-DTT – la piattaforma tecnologica ideata da my-tv che abilita broadcaster e produttori MHP – è stata scelta dalla Fondazione Bordoni per la nuova vetrina sperimentale, destinata a testare e sviluppare nuovi servizi interattivi.

MY-DTT, la piattaforma tecnologica abilitante per broadcaster e produttori MHP, soluzione proprietaria di my-tv, prosegue il suo cammino anche nel mondo delle istituzioni. L'obiettivo di sistema è quello di costituire una piattaforma nazionale di riferimento, pronta a decollare verso il mercato europeo.

In queste settimane, MY-DTT è stata scelta dalla Fondazione Ugo Bordoni per la nuova vetrina sperimentale destinata, nei progetti della fondazione diretta da Guido Salerno, a testare e sviluppare nuovi servizi interattivi, con particolare attenzione all'utilizzazione del canale di ritorno. Una scelta "istituzionale" che si affianca all'operazione che ha portato my-tv alla realizzazione di "Italia Utile", il supertelevideo del cittadino, progettato e sviluppato per Rai e CNIPA - Ministero dell'Innovazione.

La consolidata esperienza nell'ambiente broadcast (MY-DTT è infatti la piattaforma scelta dalla Rai come ambiente di riferimento delle proprie applicazioni principali, come Guida Tv e Televideo digitale), e in quello istituzionale (ne è prova la collaborazione con alcuni Comuni italiani, come quello di Bologna) ha portato MY-DTT ad affermarsi sul mercato, in forte crescita, della televisione digitale terrestre.

"Ci auguriamo che la nuova partnership con la Fondazione Bordoni possa contribuire al raggiungimento di quegli obiettivi di leadership tecnologica e progettuale anche verso il mondo istituzionale che sono al centro della nostra azione" - ha detto Benedetto Habib, amministratore delegato di my-tv SpA.

Pubblica i tuoi commenti