My-Tv in digitale terrestre. O quasi…

La web Tv Factory di Benedetto Habib viaggia a vele spiegate verso la tecnologia di trasmissione a cui tutti i canali Tv terrestri dovranno prima o poi adeguarsi, con alcune proposte interessati per i tre protagonisti del mercato, ovvero Rai, Mediaset e La7.

Il passaggio dalla televisione terrestre al satellite è ormai cosa abbastanza facile, un progetto in fondo semplice che è realizzabile anche da molti piccoli editori.

Il passaggio dall'etere analogico al digitale terrestre è invece cosa leggermente più complicata e i canali offerti in questa nuova tecnologia si contano oggi ancora sulla punta delle dita. Una cosa poi del tutto nuova per il settore della Tv è un tipo di passaggio che potrebbe segnare una svolta per le tutte le web Tv nostrane presenti in rete, ossia il passaggio da un canale televisivo via internet al digitale terrestre.

In questo fantascientifico scenario, My-Tv - web Tv famosa per aver lanciato l'opinionista Gino Il Pollo - si prepara a cercare accordi con i tre soggetti attualmente operanti nel "far west" rappresentato dal digitale terrestre, ossia Rai, Mediaset e La7. Il tutto non dimenticando che con il gruppo guidato da Marco Tronchetti Provera e diretto televisivamente da Antonio Campo Dall'Orto esiste già un buon feeling, dato che proprio lo staff di My-Tv è impegnato nella realizzazione del nuovo "supertelevideo" di La7.

Per il digitale terrestre My -Tv si propone, in sostanza, non come canale autonomo (almeno per ora) ma come come fornitore per la piattaforma tecnologica, come realizzatore di contenuti e soluzioni magari chiavi in mano, forte del fatto che la società, già nel 2004, potrebbe aumentare il proprio fatturato del 35-40%. Il 2003 è stato invece segnato da un pareggio operativo, con un fatturato di 3 milioni di euro.

Pubblica i tuoi commenti