NAB 2013 – HARRIS BROADCAST

SPECIALE NAB 2013 Las Vegas - Videointerviste –

Valter Bordignon, Director of Southern Europe – Harris Broadcast

Con un rinnovato logo e sotto la bandiera di Gores Group, la divisione Harris Broadcast si è presentata all'annuale appuntamento con la super-kermesse d'Oltreoceano in… “compagnia” dell'inseparabile Valter Bordignon, oggi Direttore della stessa divisione per il Sud Europa e per altri 26 Pesi dell'Africa. “Dopo l'acquisizione - queste le dichiarazioni di Bordignon - , Harris Broadcast sta ripartendo alla grande, migliorando sempre di più il proprio lavoro finalizzato a fornire al settore specifico nuova linfa e soprattutto rinnovati prodotti, in maggioranza a tipologia 4K Ready, secondo gli ultimi dettami di mercato.

Tra questi nuovi prodotti figura in primo luogo la matrice 4K Platinum IP3, che racchiude in uno stesso frame percorsi separati per video, audio e dati. Ogni singolo frame può gestire fino a 576 ingressi e 1024 uscite, permettendo di ottenere un unico router da 2.048x2.048, grazie al collegamento di più frame tra di essi, senza necessità di spegnimento o di reset della macchina, che pertanto può restare continuamente operativa”.

Bordignon ha accennato inoltre a un secondo “new product” reso disponibile da Harris, denominato Versio. Prodotto che, in una piattaforma costituita da un'unica unità rack da 19”, include tutto ciò che occorre per la messa in onda (video/data server, branding, grafica, componenti per l'automazione), sfruttando un performante software gestionale che agisce in sinergia con l'hardware e fa sì che l'user possa realizzare in modo estremamente facile e flessibile le più svariate configurazioni atte a gestire: dal lancio di singoli canali in maniera indipendente (o inseriti in un sistema esistente), alla distribuzione, all'espansione e alle soluzioni disaster recovery multicanale.

Harris Versio, insomma, e un “channel in a box” che consente di abbreviare notevolmente la tempistica necessaria per la messa on air di nuovi canali televisivi, passando da un periodo di preparazione solitamente quantificabile in mesi, a uno dalla durata di qualche settimana, se non proprio di giorni. “Questa soluzione - ecco ancora il pensiero del Direttore - può crescere nel tempo, e si differenzia da altre similari, perché offre la possibilità di utilizzare l'automazione interna o esterna, permettendo di usare per lo storage i dischi sia del video che della grafica, anche questi interni oppure esterni. Il tutto, integrabile in maniera sinergica e con estrema facilità altresì nell'ambito di soluzioni molto grandi. Gli operatori del settore interessati possono senz'altro chiederci di provare Versio. Li accontenteremo”.

Pubblica i tuoi commenti