Nella Città Eterna

Telegatti 2006: il trionfo di Vasco –

Molti i cambiamenti di questa ventiduesima edizione, a cominciare dal nome (divenuto appunto “Telegatti: Gran Premio dello Spettacolo”), per finire alla formula, che per la prima volta non contempla la discesa in campo di ospiti stranieri, allargando nel contempo il “raggio di premiazione” ai settori Cinema, Sport e Musica, cui, il prossimo anno, dovrebbe aggiungersi anche il settore Teatro. Inoltre, la ventiduesima edizione si svolge a Roma e non, come accaduto in passato, nel capoluogo lombard…

Molti i cambiamenti di questa ventiduesima edizione, a cominciare dal nome (divenuto appunto "Telegatti: Gran Premio dello Spettacolo"), per finire alla formula, che per la prima volta non contempla la discesa in campo di ospiti stranieri, allargando nel contempo il "raggio di premiazione" ai settori Cinema, Sport e Musica, cui, il prossimo anno, dovrebbe aggiungersi anche il settore Teatro.
Inoltre, la ventiduesima edizione si svolge a Roma e non, come accaduto in passato, nel capoluogo lombardo. Il perché di questi cambiamenti è stato spiegato da Pippo Baudo e da Rosanna Mani (la 'manager' di 'Sorrisi' che cura l'organizzazione dell'evento dalla sua prima edizione), nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella Capitale, presso la sede della Provincia di Roma, sabato 21 gennaio.
"Eravamo un po' stufi - ha detto Pippo - di ospiti stranieri che vengono, ritirano il premio e dicono frasi di circostanza, per giunta neanche in italiano. Quest'anno, invece, la manifestazione ha un taglio oserei dire "nazional-popolare" nonché una giuria di qualità presieduta da Maurizio Costanzo".
"E poi - ha tenuto ad aggiungere la Mani - questo cambiamento è stato fortemente voluto da Piersilvio Berlusconi, che ha definito Roma "la città più giusta".
"È chiaro - ha ironizzato Pippo - che Piersilvio ha accolto un suggerimento di Prodi!".
"In ogni caso - ha "glissato" Rosanna - , se Enrico Gasbarra, presidente della Provincia, lo vorrà, il Premio si svolgerà a Roma anche il prossimo anno.
"Affare fatto - è stata l'immediata risposta di Gasbarra - . D'altronde portare questo evento nella Città Eterna è un po' come metterlo al centro del mondo".

Pubblica i tuoi commenti