Notizie in serie dalla Sardegna

A cura dei nostri corrispondenti Pierpaolo e Giuseppe Podda, ecco alcune interessanti news delle ultime settimane dall’isola.

Maurizio Carta e la sua squadra di Cinquestelle Sardegna, nonostante la crisi e la cassa integrazione, continuano a sfornare programmi d'informazione e d'approfondimento. È infatti partita la nuova trasmissione 'Il Punto', condotta da Nardo Marino, un'analisi sulla notizia del giorno con la presenza in studio di ospiti. Si va dal lunedì al venerdì alle 21.20, con due repliche a seguire.

Il programma va ad affiancare 'Check Point, uno sguardo sul territorio', in onda dal lunedì al mercoledì alle 21 ed in replica l'indomani alle 12.30; a condurlo sono le giornaliste Costanza Bonacossa, Daniela Astara e Stefania Costa.

'Cronache del passato', in onda il lunedì alle 22, il giovedì alle 21.30 ed il venerdì alle 22.30, è invece la riproposizione di immagini servizi dell'archivio dell'emittente. Ultimo programma da segnalare, anche questo da poco iniziato, è 'L Elle Sassari Story', condotto da Patrizia Palmas ,un viaggio nella storia e nelle storie della città turritana.

Sul mux di Sardegna 1 risulta essere spento il canale ABC, da pochi mesi visibile nell'isola. Per ciò che riguarda l'emissione di 7Gold e dei suoi programmi più importanti: 'Il processo di Biscardi' e 'Diretta Stadio' risultano sospesi su Sardegna 1 (non più in onda sul satellite, fra l'altro) ed al loro posto vengono mandate repliche di vari programmi dell'emittente. Del circuito restano visibili i programmi del lotto e qualche film.

Dal 12 dicembre è sbarcata nell'isola Love FM. La Radio con sede a Canosa di Puglia, da poco ricevibile anche in Veneto, è ora sintonizzabile sui 90.700 da Sassari, frequenza che sino ad ottobre scorso modulava la rinata Mondoradio di proprietà di Giuseppe Ruiu e Lorenzo Boe. A parlarci di tale progetto sono stati proprio i due editori.

Ma facciamo un passo indietro e ricordiamo brevemente quella che è stata la vita della prima emittente a carattere regionale. Mondoradio nasce nel 1986 per volere di Roberto Griscenko. Nel 1989 entrano nello staff Paola Orsini e Lorenzo Boe (non nuovo al mondo della radiofonia, avendo iniziato nel lontano 1978 a Radio City ed avendo lavorato in parecchie emittenti sino al 1989, anno in cui fu lo stesso Griscenko a chiamarlo nella sua Radio), che nel 1992 la prendono in gestione. Nel 1994 quando Griscenko lascia definitivamente la sua creatura, ne divengono editori la signora Orsini ed il suo socio Boe, che ne diviene anche amministratore. Nel 1999 i soci detengono il 50% delle quote societarie ciascuno, mentre nel 2002 Boe lascia Mondoradio in mano alla signora Orsini.

Nel 2004 Boe torna a fare Radio rilevando Sassari Radio dal compianto Battista Arghittu, altra storica emittente cittadina, cambiandogli denominazione e creando così Radio Novantapuntosette, chiusa poi nel 2005. Nel 2009 con la collaborazione di Giuseppe Ruiu, dopo aver acquistato dalla signora Orsini il marchio Mondoradio, la riaccende e trasmette sull'ex frequenza di Radio 90.7.

Giungiamo così ai nostri giorni ed esattamente all'ottobre 2012, quando Giuseppe Ruiu rileva da Lorenzo Boe la maggioranza delle quote di Mondoradio ed il 12 dicembre può partire il progetto Love Fm.
“Con il progetto di Love Fm - ci ha detto Ruiu - ci siamo legati ad un marchio mazionale che da poco tempo è presente anche in Veneto ed ora è giunto anche in Sardegna. Entro l'anno speriamo di riuscire ad accendere una frequenza anche a Cagliari. Per ciò che riguarda Mondoradio, essa non è morta ma per il momento è solamente accantonata e chissà che non possa rinascere…”.

Queste invece le dichiarazioni di Boe: “Nell'ottobre del 2012 ho ceduto le mie quote a Giuseppe Ruiu, che così detiene la concessione ed anche il marchio di Mondoradio. Io continuo a lavorare in Radio, anche se non me ne occupo più personalmente. A dicembre è partito questo nuovo progetto e chissà che in futuro non possa rinascere anche Mondoradio, trovando una nuova frequenza…”.

Pubblica i tuoi commenti

Notizie in serie dalla Sardegna

Ecco un ‘compendio’ di notizie delle scorse settimane dalla Sardegna, fornite come di consueto dai fratelli Giuseppe e Pierpaolo Podda di Villacidro.

Alghero Tv, la terza emittente algherese (le altre sono Catalan Tv e TVA, la Televisiò de l'Alguer), dell'editore Raimondo Pitzolu, con la direzione di Pierpaola Pisanu, ha cambiato sede trasferendosi da via Carbia in località Caragol, senza numero civico. Cambia anche il telefono che ora è il seguente: 079/9739943.

Nuovo e prestigioso incarico per l'infaticabile giornalista cagliaritano in forza a TCS Antonello Lai. Sarà infatti il nuovo direttore della testata giornalistica “Il Punto Sociale”. Il giornale, on line, avrà come obbiettivi le cooperative sociali. I redattori si sono formati grazie al master in giornalismo sociale tenutosi nei mesi scorsi e che ha visto come insegnanti personaggi del calibro di Alessandra Addari, direttrice di Tcs, Andrea Frailis, capo servizio del Tg di Videolina, Max Solinas, Gino Melchiorre, Gianfranco Scalas e Jeff Onorato. Al master hanno aderito anche Sardegna 1, Radio Sintony, L'Unione Sarda, Consorzio Innovazione Pubblica, Consorzio Network Etico e Fondazione Domus de luna.

Nulla da fare alle recenti elezioni amministrative per l'imprenditore Luciano Lamantia, impegnato sia sul fronte televisivo con Canale 40 che su quello radiofonico con Radio Luna (Lamantia, oltre ad amministrarla, ogni mattina conduce un programma). Candidato alla carica di Sindaco di Carbonia dal PSD'Az (Partito Sardo d'Azione), con i suoi 579 voti non è riuscito nemmeno ad entrare nei banchi della minoranza.

I dipendenti del Call Center di Sky di Sestu (Ca), che dà lavoro a 1200 addetti, di recente hanno incrociato le braccia in segno di protesta contro la politica aziendale che intenderebbe affidare la gestione delle chiamate a ditte esterne alla società, lasciando ai call center italiani solo il 20% del lavoro eseguito da personale specializzato e trasferendo di fatto l'80% del lavoro in altra sede.
La risposta di Sky allo sciopero dei lavoratori dei call center non si è fatta attendere e a darla è stato lo steso Tom Mockridge, che ha inviato ad ogni lavoratore una mail nella quale chiariva le posizioni dell'azienda: “Ribadisco la mia ferma intenzione di rimanere in Italia ma non posso garantire che saranno sempre a Milano, Roma e Cagliari, dal momento che i nostri clienti non ci assicurano di stare con noi per sempre, incondizionatamente”.

Non c'è una bella aria neppure a Tiscali. I sindacati di categoria esprimono “una forte preoccupazione circa il futuro dell'azienda in termini occupazionali. Nulla si sa del piano industriale,nel quale non sono stati evidenziati progetti strategici e nemmeno investimenti”.

Una delle 4 emittenti di Quartu Sant'Elena, Radio Golfo Degli Angeli (le altre sono Radio Evangelo, Radio Studio 96 e Radio Sant'Elena ) di Renato Perra non irradia più il suo segnale in digitale terrestre all'interno del mux di Teletirreno Sardegna sul ch 64 e recentemente ha anche ceduto i 99.700 MHz da Arbus Conca Su Monti a Radio Iglesias.
Quest'ultima aveva già raggiunto il Campidano con i 99.100 ex di Radio Castello (99.050), postazione sita in Giarranas a Villacidro, coprendo di fatto buona parte della vecchia provincia di Cagliari e giungendo anche in città, oltre a buona parte della provincia di Oristano e a parte di quella di Nuoro; da ricordare anche l'acquisizione dei 105.500 MHz ex di RGF Radio Gonnosfanadiga (94.600) da Punta Tintillonis, che copre la costa occidentale.

L'emittente di Giorgio Mazzella, Sardegna 1, ha dallo scorso mese di maggio cominciato il suo tour per le piazze dell'isola con “Anninnora in piazza”, programma folkloristico condotto e curato da Giuliano Marongiu.
E anche a Videolina hanno cominciato a reclamizzare la nuova edizione di “Sardegna Canta in Piazza”, affidata alla cura di Ottavio Nieddu e presentata da Ambra Pintore.

Pubblica i tuoi commenti

New Business Media © 2017 New Business Media Srl. Tutti i diritti riservati.
Sede legale Via Eritrea 21 - 20157 Milano | Codice fiscale, Partita IVA e Iscrizione al Registro delle imprese di Milano: 08449540965
css.php