Nuovi canali per le Tv locali: le prime graduatorie

 

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato, nei giorni scorsi, una serie di graduatorie regionali per l’assegnazione a Tv locali dei diritti di uso di frequenze coordinate. Le regioni interessate sono la Puglia (soprattutto, in riferimento ai canali 24, 58, 60), il Veneto (in riferimento al canale 58), il Friuli-Venezia Giulia (in riferimento al canale 60), l’Emilia Romagna (in riferimento al canale 60), le Marche (in riferimento ai canali 60 e 58). Va detto però che nelle Marche si è verificata una situazione particolare, in quanto il Ministero non ha aggiudicato il canale 58 ad alcun operatore, in quanto l’unico soggetto che aveva richiesto tale canale (Canale Italia srl) è stato escluso dalla procedura.

La Dgscerp del Ministero ha quindi disposto la pubblicazione di un nuovo bando per l’assegnazione dello stesso canale 58 nella Regione Marche, fissando il termine perentorio del 20 ottobre prossimo per la presentazione delle relative domande.

Veniamo invece ai canali assegnati.

In Veneto il Consorzio Reti Nordest scarl, posizionatosi al primo posto della graduatoria, si è aggiudicato il canale 58 UHF, frequenza che gli verrà assegnata con successivo provvedimento di attribuzione del diritto d’uso.

In Friuli-Venezia Giulia è stata l’intesa Telepadova spa - Teleregione srl - Teleradio Diffusione Bassano srl, posizionatosi al primo posto della graduatoria, ad aggiudicarsi la frequenza CH 60 UHF, che gli verrà assegnata ancora con successivo provvedimento di attribuzione del diritto d’uso.

In Emilia-Romagna è stata la Canale Italia srl a piazzarsi al primo posto della graduatoria e ad aggiudicarsi la frequenza CH 60 UHF.

Nelle Marche la vittoria nella gara è andata alla Tv Centro Marche spa, che si è aggiudicata la frequenza CH 60 UHF.

In Puglia, infine, il canale UHF 24 è stato assegnato all'intesa Delta Tv-7 Gold-Sesta Rete&Rete 8-Fly Film (prima in graduatoria era risultata Telenorba, che però ha preferito il canale 58, vedi oltre), il canale 58 è stato assegnato appunto a Telenorba e il canale 60 a TeleDehon, terza in graduatoria ma ‘vincente’ perché ai primi due posti c’erano la solita Telenorba e la citata intesa Delta Tv-7 Gold-Sesta Rete&Rete 8-Fly Film (cui è stato assegnato il canale 24).

La regione era particolarmente ‘complessa’ per il forte taglio previsto alle frequenze delle Tv locali e questi tre canali giungono perciò quanto mai ‘opportuni’. In totale adesso, calcola il sito litaliaindigitale.it, 16 multiplex rimarranno attivi e 12 multiplex saranno spenti.

There is one comment

Pubblica i tuoi commenti