‘Nuovi switch-off’: cominciati gli spegnimenti

Da oggi vengono spenti i primi segnali per le emittenti che hanno rinunciato a proseguire l’attività, in prevalenza sui canali 61-69. Continua intanto il caos sulle graduatorie, che dovrebbero essere rese note questa sera.

Questa settimana ci sono moltissimi appuntamenti per il mondo della Tv digitale. Cominciamo con il calendario del rilascio delle frequenze nelle regioni che hanno switchato prima del 2011 (Piemonte, Lombardia, Trentino - Alto Adige, Veneto, Friuli - Venezia Giulia, Emilia - Romagna, Lazio, Campania; Valle d'Aosta e Sardegna per il momento sono in stand by).
Si tratta di quanti hanno volutamente risposto al bando per "ritornare" al Ministero dello Sviluppo Economico i diritti d'uso ottenuti a suo tempo. Spesso, ma non sempre, si tratta di bouquet collocati sopra il canale 60.

Le zone interessate dagli spegnimenti sono dunque le regioni sopra elencate e in specifico quelle sotto elencate. Le operazioni, comunque, si devono chiudere entro il 7 dicembre prossimo. Da notare che tale data è festiva in molte aree della Lombardia e quindi decisamente infelice.

Per il momento alle emittenti sono state inviate solo le cartine con indicati i cluster degli spegnimenti. Il masterplan degli impianti da spegnere dovrebbe arrivare in queste ore (a poche ore dai primi interruttori da spegnere).
Stasera sono invece attese le graduatorie per l'assegnazione dei nuovi diritti d'uso per gli operatori d'uso delle stesse regioni. Sull'argomento cercheremo al più presto di darvi altre informazioni.

Nel frattempo è anche cominciato un complesso spostamento di contenuti nei vari mux nazionali e locali. Per quanto riguarda Rete A, sul secondo bouquet sono sparite le cinque Radio (di cui tre “in famiglia”) ed è apparsa Onda Latina. Nella prossima notte, Mediaset 2 vedrà sparire i contenuti provvisori di Canale 5 e Retequattro: i nuovi arrivi dovrebbero coinvolgere gli spostamenti di Coming Soon e di parte dell'offerta Premium. Anche in questo caso, maggiori dettagli nelle prossime ore. Per Retecapri definitivamente approdati i contenuti (in quota Profit) Odeon 24, Nitegate 1 e 2, e Vero Lady.

Gli spegnimenti, dunque.

Area Nord

1 (4 dicembre): Torino, Canavese, Cuneo, Biella, parte del Monferrato, Trento, Bolzano;

2 (5 dicembre): Alessandria, Asti, Vercelli, Novara, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lodi, Monza, Milano, Pavia, Varese, Piacenza, Parma, Valli laterali della provincia di Trento, Belluno, parte Alpina del Veneto, parte Alpina del Friuli;

3 (6 dicembre): Valli laterali del Cuneese, Valbormida, Verbano-Cusio-Ossola, zona alpina delle province di Varese e Como, Lecco, Sondrio, Mantova, Padova Rovigo, Treviso, Venezia, Vicenza, Verona, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara;

4 (7 dicembre): valli laterali della provincia di Torino. Parte alpina delle provincie di Bergamo e Brescia, parte nord della provincia di Vicenza, zona appennica dell'Emilia, tutta la Romagna, Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste.

Area Centro-Sud

1 (4 dicembre): Roma, Latina, Rieti, Frosinone;

2 (5 dicembre): Golfo di Gaeta, Cassino, Napoli, Caserta.

3 (6 dicembre): Benevento, Avellino, Salerno, Alto Reatino, Alta Valle dell'Aniene.

Pubblica i tuoi commenti