Nuovo duello di ‘signore’ nel sabato sera Tv

A confronto Milly Carlucci, orfana di balli per ora, con una nuova edizione serale del collaudato ‘Amici’. E la De Filippi si gioca anche la carta Renzi; alla fine, naturalmente, vince.

Il ritorno nella prima serata del sabato di Milly Carlucci con “Altrimenti ci arrabbiamo” e, in contemporanea, della versione serale di “Amici” su Canale 5 si pone come l'ennesima sfida tra le due “donne” della Tv del sabato sera. Differenti gli stili, differenti anche i programmi e differenti gli ascolti.

Nella prima puntata Maria De Filippi ha vinto con il 23.3% di share pari a 5.280.000 telespettatori; “Altrimenti ci arrabbiamo” ha avuto 4.004.000 spettatori pari al 17.36% di share. Nella seconda puntata, sabato 13 aprile, Maria De Filippi ha ulteriormente allungato le distanze totalizzando 5.164.000 spettatori con il 24.14% di share, mentre Milly Carlucci e il suo 'Altrimenti ci arrabbiamo', su RaiUno, si sono fermati a 2.923.000 telespettatori e al 13.12% di share.

La battaglia tra le due signore si gioca anche a colpi di ospiti; la Carlucci aveva prima, per esempio, Michael Bublè, che però poi andava anche dalla De Filippi, mentre ad 'Amici' sedeva Michael Douglas. Grande interesse mediatico e un po' 'apoteosi' per Maria, poi, con l'arrivo di Matteo Renzi, piacione anche per i ragazzi con tanto di giubbotto d'ordinanza.

La De Filippi lascia il programma ai giovani aspiranti artisti mentre la Carlucci trasforma i bambini in insegnanti degli adulti. Meno show e più talent il primo, più spettacolo nel secondo.

Di fatto il programma della Carlucci, che gioca sull'effetto infanzia e sulla presa che questa ha sul pubblico, non è una effettiva novità. “Altrimenti ci arrabbiamo” è comunque un format inglese, 'Born to Shine', trasmesso dalla britannica ITV e condotto da Natasha Kaplinsky, comprato da Magnolia e rivenduto alla Rai. In “Born to Shine”, però, tutte le star si esibiscono per beneficenza, perché lo show è fatto per raccogliere fondi per le campagne africane di Save The Children.

E su questo sono nate alcune polemiche, in relazione al fatto che qui non sia prevista beneficenza, mentre il bambino che preparerà l'adulto nella sua specialità in modo da fargli vincere il programma, potrà realizzare il suo sogno.

Una polemica un po' fine a se stessa. Peraltro il programma della Carlucci è simpatico e scorre veloce, con la sua conduzione rassicurante e istituzionale, anche se i bambini che si cimentano nello spettacolo sembrano avere un po' stufato il pubblico.

Maria De Filippi, invece, continua a garantire successi e a lanciare giovani nel mondo dello spettacolo.

Pubblica i tuoi commenti