Parte il Future Film Festival 2012

Fine del mondo (sì, proprio lei) e cinema green sono di scena nella nota manifestazione bolognese, che prende il via anche quest’anno nella nuova collocazione di inizio primavera.

Sarà dedicata alla “Fine del mondo” la XIV edizione del Festival internazionale di cinema, animazione e nuove tecnologie, che si terrà a Bologna dal 27 marzo al 1° aprile. Contemporaneamente, però, si proverà anche a preservare la il pianeta Terra, puntando gli occhi sull'ecologia: la possibilità di un “Cinema Green” sarà infatti l'altro tema del Festival, che proporrà diversi modi per realizzare un cinema ad impatto zero.

La “fine del mondo” sarà il tema cardine dell'edizione di quest'anno: avendo raggiunto la fatidica data del 2012, quale occasione migliore per dedicare il Festival ad un tema che fa tremare i polsi? Nell'anno della prevista fine del mondo, il Festival riproporrà alcuni dei principali film sulle catastrofi mostrate al cinema, tra cui 'Twister', 'Airport' e il pluripremiato 'Titanic'.

L'inaugurazione del Festival quest'anno è affidata al guru dell'avanguardia musicale contemporanea Bill Laswell, il bassista, compositore e produttore newyorkese che da anni spazia tra jazz, rock, heavy metal. Per il Festival accompagnerà con le sue musiche un inedito ed esclusivo montaggio di spettacolari immagini tratte dai film storici sulle catastrofi cinematografiche, firmato da Cristiano Travaglioli, il pluripremiato montatore dei film di Paolo Sorrentino ('This Must Be The Place', 'Il Divo').
Il concerto/performance sarà l'apertura ufficiale del Festival il 27 marzo 2012 al Teatro Manzoni.

Ma il Future Film Festival quest'anno si occuperà anche di un altro tema di stretta attualità: “Green”, inteso come ecologia, ambiente, e quindi cinema ad impatto zero e a km zero.
Un convegno affronterà il tema del green tra cinema e buone pratiche per il futuro, passando in rassegna le esperienze realizzate da architetti, designer, sceneggiatori e ingegneri, da Andrea Satta, il cantante dei Têtes des Bois a Francesco Cucari, il giovanissimo creatore della App per la raccolta differenziata, fino a Nicola Lusuardi (sceneggiatore e coordinatore nazionale dell'Associazione 100 Autori.

Anche i bambini saranno coinvolti in questo progetto di attenzione verso l'ecologia: Future Film Kids - la rassegna di cinema e laboratori per i più piccoli - organizza un'area green dove giocare con il cinema e con il riciclo. I laboratori per bambini, all'interno della programmazione di Future Film Kids, saranno quest'anno dedicati alla produzione di un piccolo film mediante l'utilizzo materiali di recupero quali alluminio, carta, legno, ecc.

Il tradizionale concorso del Future Film Festival sarà come sempre diviso in 2 sezioni: Future Film Short, riservato ai cortometraggi provenienti da tutto il mondo, per l'assegnazione del Premio del Pubblico e del Premio della Giuria-Provincia di Bologna; e il Platinum Grand Prize per i lungometraggi in concorso, a cui si affiancano le sezioni 'Anteprime fuori concorso' e 'Follie di mezzanotte'.

Tra le novità del 2012 si segnala la sezione Play Future Film Festival, che mostrerà le playlist dei migliori video scelti direttamente dagli spettatori del Festival, al fine di confermare l'attenzione che il Festival dedica ai suoi affezionati e ai contenuti UGC (user generated content).

Dopo India, Canada e Cina, nel 2012 il Festival ha scelto di legarsi al Brasile per creare sinergie produttive e occasioni di scambio tra le case di produzione cinematografiche della Regione Emilia-Romagna e quelle brasiliane. L'iniziativa si colloca nell'ambito delle attività che la Regione Emilia-Romagna, insieme al Governo italiano e alle altre Regioni, sta intraprendendo in occasione dell'Anno dell'Italia in Brasile.
Sarà organizzato un workshop con le case di produzione del Brasile e gli studi professionali presenti, diviso in due sessioni: illustrazione del mercato cinematografico brasiliano e possibilità di co-produzioni con il Brasile; parte tecnica di tutorials per la Motion Graphics.
Gli ospiti brasiliani inoltre saranno portati in visita alle case di produzione della Regione Emilia-Romagna.

Verrà assegnato anche nel 2012 il “Premio Franco La Polla”, in memoria del prof. La Polla, istituito in collaborazione con l'Università di Bologna, per la migliore tesi di laurea di argomento cinematografico sui temi della fantascienza, del fantasy, dell'animazione e degli effetti visivi.

Si rinnova infine anche per questa edizione l'attesissimo appuntamento con le anteprime dei più particolari Making of cinematografici della stagione. Tra gli altri, sarà presentato quest'anno il making of di 'Pirates' di Peter Lord.

Pubblica i tuoi commenti