Periodo di Garanzia: il primato alla Rai

Rispetto allo scorso anno la distanza negli ascolti tra Rai e Mediaset è diminuita, ma le reti pubbliche continuano a primeggiare nel Periodo di Garanzia dell’autunno 2006, di fondamentale importanza ai fini pubblicitari. RaiUno batte di misura Canale 5.

A chiusura del Periodo di Garanzia riferito all'autunno 2006, iniziato il 17 settembre e conclusosi il 2 dicembre, le tre reti Rai hanno superato le tre Mediaset, seppur "allentando"il distacco rispetto allo scorso anno. Infatti se nel 2005, nel periodo settembre-dicembre (confronto significativo anche se il periodo non è esattamente lo stesso), la media degli ascolti nel prime time era del 45,89% per la Rai e del 40,93 per le reti di Berlusconi, nel 2006 i dati sono del 43,94% di share per le tre reti Rai contro il 41,62% delle reti Mediaset.

In seconda serata vince ancora la Rai, con il 42,14 rispetto al 39,84.

La vittoria della Rai è un po' più netta nell'intera giornata, con uno share del 43,97% contro il 40,11% delle 'avversarie' Mediaset. E nel pre-serale, fascia appetibile per gli investitori pubblicitari, sono sempre le reti pubbliche a farla da padrone, stavolta con un distacco di circa 14 punti percentuali (49,65 della Rai e appena 35,33% di Mediaset). E sono serie le difficoltà in questa fascia di Mediaset, che non a caso ora ha rimesso in pista una 'certezza' cone Jerry Scotti. Idem per la prima mattinata (Rai 46,48% e 35,92% di Mediaset) e nella fascia oraria che va dalle 9 alle 12 (47,02% di share di Rai e 35,27% di Mediaset).

Nelle ultime settimane del Periodo di Garanzia va notato (ma solo per alcune serate) un 'tentativo' di "sorpasso" di "Affari tuoi" su "Striscia la notizia" (di qui le mille polemiche fra le due trasmissioni e le due aziende) e soprattutto l'impennata di ascolti (circa dieci milioni di ascoltatori) dovuta alla coppia Baldini-Fiorello con "Viva RadioDue" in Tv.

Ora le cose (concluso il Periodo di Garanzia) potrebbero comunque cambiare in modo più o meno forte dopo la decisione della Rai (e anche di Mediaset, pare) di iniziare i programmi di prima serata ad un orario certo e non più anche ben oltre le 21.15, come finora era capitato.

"RaiUno ha vinto sette garanzie di seguito - ha detto Fabrizio Del Noce a commento della pubblicazione dei dati - . Mi davano per spacciato al settimo giorno, ma io ho sette vite, come i gatti".

La rete più seguita resta infatti appunto RaiUno. In prima serata, sempre nel Periodo di Garanzia, RaiUno ha registrato una media di share del 23,71%, contro il 22,85 di Canale 5 (un distacco dunque non molto rilevante); in seconda serata idem, con il 21,59% contro il 20,38%, mentre sull'intera giornata il distacco si amplia: 23,09 contro 20,60%.

La terza rete del Periodo di Garanzia (la Garanzia vale per gli investitori pubblicitari, ai quali viene assicurato un determinato ascolto), ma nell'intera giornata, è RaiDue con l'11,69% di share contro l'11,07 di Italia 1. RaiTre primeggia a sua volta nell'intera giornata rispetto a Rete 4 (9,19% di share contro l'8,44%).

Se prendiamo in considerazione quasi l'intero arco dell'anno (1 gennaio-2 dicembre 2006) e lo confrontiamo con lo stesso periodo dell'anno scorso, poiché l'autunno 2005 era stato 'straordinario' in termini di ascolti per Viale Mazzini, i dati cambiano in meglio per la Rai, perché le tre reti pubbliche hanno ottenuto il 45,07 di share, quasi un punto in più rispetto al 2005 (44,24).

A tutti questi dati divulgati dalla Rai, Mediaset ha ribattuto sottolineando ancora una volta il primato delle sue tre reti sulla fascia di età più utile ai fini pubblicitari, che dunque esclude il pubblico più anziano, tradizionalmente legato a Viale Mazzini (si ricorderà la polemica in merito riguardo ai dati Auditel).

Pubblica i tuoi commenti