Petruccioli alla presidenza RaiO

Il Ministero dell’Economia sta forse per indicare Claudio Petruccioli per la presidenza della Rai. L’altro consigliere espresso dal Ministero sarebbe invece Angelo Maria Petroni, Consigliere uscente. E Meocci diverrebbe direttore generale. Ma Prodi prova a fermare tutto…

Domani è convocata, dopo molti rinvii, l'assemblea dei soci Rai e in quella sede si dovrebbe capire qualcosa di più su una questione che sta diventando sempre più ingarbugliata, anche per le divisioni all'interno del Centro-Sinistra, evidenziate dal conflitto Rutelli - Prodi.

Riepilogando: Claudio Petruccioli, attuale presidente della Commissione di Vigilanza, dovrebbe essere designato dal Ministero dell'Economia per la presidenza della Rai, mentre l'altro Consigliere che spetta allo stesso Ministero indicare sarebbe un nome di fiducia per Forza Italia, vale a dire Angelo Maria Petroni, già Consigliere uscente.

Il quadro della proposta del Governo al Parlamento (che deve confermare le scelte con una maggioranza molto qualificata) prevede anche che il futuro direttore generale, indicato dal Cda, sia Alfredo Meocci, giornalista Rai in aspettativa, ex Commissario dell'Authority (elemento che però lo svantaggia per via delle nuove norme sul conflitto d'interessi che impedirebbero la nomina) e figura di 'raccordo' fra Forza Italia e Cdu.

Difficile per la sinistra e soprattutto i DS - pensano nella maggiroanza - votare contro un proprio esponente, per quanto moderato esso sia (alla Vigilanza Petruccioli si è distinto per un notevole 'aplomb' nelle dichiarazioni e nelle scelte operate).

Ma ecco che nelle ultime ore è sceso in campo Romano Prodi, con l'evidente scopo di bloccare una situazione che sembrava sfuggirgli di mano: "La Casa delle Libertà intende procedere unilateralmente alla nomina del direttore generale della Rai" - ha fatto sapere Prodi in una nota, dichiarandosi "profondamente rammaricato che su un tema decisivo per la democrazia italiana non sia stato ancora una volta possibile un confronto costruttivo".

Domani se ne capirà di più. Dopo l'assemblea dei soci, che approverà definitivamente il bilancio 2004, l'attuale Cda dovrebbe finalmente rassegnare le dimissioni (e con i Consiglieri il Dg Cattaneo).

Domani sera, alle 19, è convocata anche la commissione di Vigilanza con all'ordine del giorno il voto obbligatorio sul nuovo presidente. Sarà PetruccioliO

Pubblica i tuoi commenti