Prende il via Made in Italy Channel

Nasce una nuova emittente via satellite, in onda con un palinsesto definito dal 1° giugno prossimo: è Made in Italy Channel e presenterà arte, cultura, economia del nostro Paese, non solo in Europa…

Per capire quali saranno gli argomenti del neonato canale satellitare italiano Made in Italy Channel, da qualche settimana visibile in forma sperimentale su Hot Bird, abbiamo contattato Nicola Sgarra, poliedrico imprenditore romano nonché editore della nuova emittente.

"Made in Italy Channel - ci ha riferito Sgarra - dal 1° giugno, data di partenza ufficiale del palinsesto, tratterà tutti gli argomenti che rappresentano il nostro Paese all'estero: dalla cultura alle tradizioni, dalla cucina ai nostri prodotti, dalla politica alla moda. Quella che possiamo definire come la vera e propria linfa del canale saranno dei publiredazionali di circa 7 minuti, dei veri e propri mini-documentari, che i nostri agenti di vendita stanno già proponendo alle aziende su tutto il territorio nazionale".

Sgarra ci confida inoltre che Hot Bird è solo il primo passo del canale. "Non trasmettiamo solo su Hot Bird, e quindi in Europa e Nord Africa; pochi sanno che siamo diffusi anche dal satellite Telstar 12, andando a coprire tutta l'america Latina e la parte occidentale dell'America del Nord. Da settembre poi verremo diffusi anche in Australia".

L'editore di Made in Italy Channel, alla prima esperienza televisiva, si è già occupato di una serie di società, tra cui Atropos spa, licenziataria del marchio Magna Carta (una fidelity card simile a quella che fu la nota "carta Millionaire" proposta a metà degli anni '90 da Virgilio Degiovanni), Atropos finanziaria spa e Mitodea, società proprietaria appunto del marchio "Made in Italy Channel".

"Atropos - aggiunge l'editore - in sintesi, è una società che si occupa di promozioni e incentivazioni: abbiamo una rete vendita di 120 persone distribuite su tutto il territorio nazionale che propongono ora anche i publiredazionali, da mandare in onda sul canale alla cifra di 10.000 euro, tutto compreso.

I filmati li realizziamo attraverso uno staff di 7 troupes che girano su tutto il territorio nazionale. Il palinsesto prevede inoltre una serie di rubriche culturali e informative, come per esempio la trasmissione "La parola alle istituzioni", che va in onda tre volte la settimana, condotta a turno da politici e appunto rappresentanti delle istituzioni, che probabilmente gli italiani residenti all'estero non conoscono".

Nel frattempo a fare gli auguri alla neonata Tv sono comparsi sul video diversi politici dei più diversi partiti; fra loro abbiano notato anche Antonio Di Pietro.

Pubblica i tuoi commenti