Quindici giorni di news in breve

Tra le notizie più recenti dal mondo radiotelevisivo spicca il via libera del Consiglio dei Ministri al nuovo schema di concessione decennale tra Stato e Rai, improntata, stando alle parole del Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, a un uso più efficiente delle risorse

Il Governo approva lo schema della nuova concessione Stato-Rai

Via libera del Consiglio dei Ministri venerdì 10 marzo - dopo molti rinvii - allo schema di concessione decennale (ed è questa la prima novità, visto che non varrà più per vent’anni, come in precedenza) tra la Rai e lo Stato, approvato su proposta del ministro dello Sviluppo Economico Calenda. Il ministro esprime “soddisfazione per la nuova concessione Rai che si attendeva da oltre 20 anni”, aggiungendo che si tratta di un testo “fortemente innovativo, a cominciare dalla previsione di un nuovo piano editoriale e dalla separazione delle attività di servizio pubblico da quelle di mercato”; la nuova concessione consentirebbe infine “un uso più efficiente delle risorse”.

Il nuovo Consiglio Superiore del cinema e dell’audiovisivo

Sono stati designati in queste settimane i membri del nuovo Consiglio Superiore del cinema e dell’audiovisivo, organismo previsto dalle recente nuova legge sul cinema del ministro Franceschini, al quale sono attribuiti compiti di consulenza e di supporto nelle politiche di settore. Filippo Nalon e Gennaro Nunziante sono i rappresentanti designati dalla Conferenza Stato Regioni. Ci sono poi (su indicazione delle associazioni del settore) Stefano Rulli, Flavia Barca, Carlo Bernaschi, Gianni Canova, Maja Cappello, Michele Lo Foco, Rosaria Marchese, Francesca Medolago Albani e Sergio Silva. Alla presidenza sarà nominato Stefano Rulli.

Marco Leonardi al posto di Ricci alla guida di Mediaset Premium

A Mediaset Premium continuano le novità: Franco Ricci lascia la guida della società per intraprendere ‘nuove strade professionali’. È così Marco Leonardi ad assumere la carica di Amministratore Delegato di Mediaset Premium, mentre Marco Giordani mantiene la presidenza. Nel CdA entra poi Luca Poloni, Direttore Approvvigionamenti Mediaset, con delega al processo di digital transformation. Leonardi era in precedenza Direttore Acquisizione e Vendita dei diritti Mediaset e aveva contribuito al lancio di Mediaset Premium con la carica di Direttore Contenuti e Marketing.

Rai Way conclude un importante accordo con il Gruppo Norba

Rai Way ha concluso un importante (e inedito) accordo pluriennale (di cui si parlava da tempo ‘sottotraccia’) per l’esercizio e la manutenzione della rete trasmissiva televisiva e radiofonica del Gruppo Norba, primo operatore locale in Italia per ascolti. Contestualmente, Rai Way ha annunciato anche l’acquisito da Telenorba dell’intero capitale della società Sud Engineering - con 30 siti trasmissivi localizzati in Puglia, Basilicata e Molise - funzionali alla prevista attività di ospitalità delle postazioni.  Stefano Ciccotti, amministratore delegato di Rai Way, ha evidenziato che l’accordo “rappresenta un passo in avanti nell’affermazione del ruolo della società come network provider di riferimento per il sistema radiotelevisivo italiano”. In effetti corrono anche molte voci (che hanno provocato ‘movimenti’ in Borsa) su una possibile fusione fra Rai Way e EI Towers (gruppo Mediaset), per creare una nuova situazione nel settore, ma il progetto potrebbe essere ‘approvato’ dal Governo solo se la maggioranza azionaria fosse di proprietà pubblica (di qui il possibile ruolo-chiave di Rai Way).

Il 20 di Retecapri dovrebbe andare a Mediaset

‘Il Sole 24 Ore’ (poco prima delle attuali convulse vicende giudiziarie che hanno interessato gli ex vertici e il direttore Napoletano) ha pubblicato un articolo davvero interessante sulla posizione Lcn 20 del digitale terrestre. Attualmente occupato da Retecapri, il 20, nell’ambito del progressivo ‘smantellamento’ del gruppo TBS (appunto quello di Retecapri, da tempo in difficoltà), andrebbe adesso (salvo sorprese dell’ultima ora) a Mediaset, per una cifra attorno ai 10 milioni di euro. La nuova rete Mediaset che andrebbe al posto di Retecapri sarebbe una semi-generalista ‘action’ dedicata ad un pubblico giovane. Ma per verificarlo non resta che stare a vedere come andrà a finire davvero la questione.

I successi di ‘Masterchef’ e ‘Italia’s Got Talent’

Ancora successo per la nuova edizione di ‘Italia's Got Talent’ su Tv8 (Sky). Il programma con Lodovica Comello e i giudici Luciana Littizzetto, Frank Matano, Nina Zilli e Claudio Bisio chiamati a giudicare veri o ‘finti’ talenti dello spettacolo ha raggiunto alla seconda puntata (in onda anche su SkyUno HD) ben 2.087.000 spettatori, pari a una share complessiva del 7,4%. Sì è intanto concluso sulle stese reti con ottimi ascolti ‘Masterchef’, che continua oltretutto a far nascere altre ‘trasmissioni collegate’ (dai Vip ai bambini ecc.). Qui c’è però la novità: Carlo Cracco, tenebroso, affascinante e ‘duro’ chef del programma (assieme agli altri noti ‘cuochi-star’), lascia la ‘compagnia’ per i troppi altri impegni che dovrà affrontare a breve. “È una decisione che ho maturato nelle ultime settimane e che mi dispiace molto - ha detto Cracco - , soprattutto perché lascio almeno temporaneamente una squadra straordinaria, molto affiatata, e un programma che mi ha regalato tante soddisfazioni e anche tante emozioni. Continuerò tuttavia a far parte della squadra di Sky, con le prossime edizioni di ‘Hell’s Kitchen’ e chissà magari con altri progetti”.

La nuova ‘grande stagione’ di Sky nel campo dei motori

Riparte con diverse novità organizzative e dirigenziali la grande kermesse dei motori 2017 (auto e moto) e per Sky - va da sé - c’è ancora un impegno assoluto e totale nella relativa produzione Tv, come illustrato nella recente presentazione della stagione che parte il prossimo 26 marzo. La Formula 1 e la MotoGP ripartono infatti con nuove regole, nuove macchine e nuovi team e ci sarà tanto da raccontare: Sky lo farà con una copertura assoluta con tutti i 38 GP in diretta, 21 esclusive live e la narrazione ‘unica’ di Sky Sport, ricca di immagini straordinarie, cronache piene di ritmo e tanti approfondimenti. Inoltre, una tecnologia potenziata, nuovi volti e grandi conferme. I motori si consolidano così come il secondo pilastro dell’offerta di Sky Sport, con oltre 1.000 ore di diretta in una stagione, circa 1 milione di spettatori medi per GP e il calendario più ricco di eventi motoristici.

Nicola Vasai direttore di Rtv 38

Nicola Vasai è il nuovo direttore della nota e seguita emittente locale toscana Rtv 38. L’incarico gli è stato assegnato dagli editori dell'emittente Boris e Filippo Mugnai, con il compito di “continuare a produrre l'informazione autorevole e qualificata che ha sempre contraddistinto l'emittente”. Vasai, formatosi all'università di Siena, lavora nell'emittente da sedici anni e fino ad oggi è stato vicedirettore. Sostituisce nella direzione Francesco Selvi, che ha guidato a sua volta per otto anni la redazione di Rtv 38.

Le frequenze piemontesi di Primaradio a Discoradio

Chiude purtroppo i battenti una Radio storica di Asti, di area cattolica, ovvero Primaradio, che ha concluso definitivamente nei giorni scorsi le sue trasmissioni. Il tutto va a favore di Discoradio, la seguita emittente lombarda dedicata al pubblico giovane rilevata anni fa dal gruppo Rds dal gruppo di Radio Zeta. È infatti proprio Discoradio a subentrare sulla rete di frequenze già di Primaradio. Si tratta dei 99.1, 98 e 99 per Asti, degli 88.8 per Alba, degli 88.9 per Cuneo, dei 92.2 per Casale Monferrato, dei 98 per Alessandria.

Onde Medie: proroga dei termini

Ancora novità nel campo delle Onde Medie, nel cui ambito il Ministero deve assegnare alcune frequenze ai privati interessati. Dopo alcune revisioni delle relative liste di richiedenti, ora il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla procedura di selezione comparativa per il rilascio di 86 frequenze asincrone è stato prorogato dal 15 al 22 marzo prossimo. Inoltre è stata aggiornata la pagina relativa alle risposte ai quesiti n merito a tutta questa operazione, con riferimento particolare a quelli riguardanti l'obbligo di presentare la dichiarazione di un istituto di credito attestante l’affidabilità finanziaria del soggetto nuovo entrante, un requisito che ha provocato molte polemiche e anche il preannuncio di possibili ricorsi legali. Ma il Ministero dello Sviluppo Economico mantiene le sue posizioni in merito.

Nove HD debutta su Tivùsat

Nove HD entra a far parte della piattaforma Tivùsat, la Tv satellitare che permette di vedere gratuitamente tutta la programmazione del digitale terrestre sul satellite. La versione in Alta Definizione del canale generalista del gruppo Discovery è visibile dal 1° marzo sempre al tasto 9 del telecomando, dove prima era visibile la versione in SD. Con l’arrivo di Nove HD, i canali visibili su Tivùsat diventano 86, di cui 27 in HD, da oggi facilmente accessibili con Easy HD, la funzione che permette di accedere in modo automatico e prioritario ai canali HD presenti sulla piattaforma.

Il ‘Tg Lercio’ di DMax

Anche DMax, canale maschile del gruppo Discovery, ha il suo ‘telegiornale’. È nato grazie alla collaborazione con Lercio, il noto collettivo satirico italiano on line specializzato in ‘false notizie’ di taglio umoristico, comico e grottesco che fanno il verso agli articoli tipici della stampa sensazionalistica. Il Tg Lercio va in onda tutti i giorni alle 21:10 (e in replica alle 15:05) su DMax.

Pubblica i tuoi commenti