Radio Monitor: i dati regione per regione

Ecco un inedito quadro delle stazioni radiofoniche più ascoltate su scala locale secondo le nuove classifiche della ricerca realizzata da Eurisko.

I primi dati Radio Monitor hanno portato una ventata di novità nell'indagine, curata da Gfk Eurisko, e hanno fatto arrabbiare molto la Rai (che contesta duramente la ricerca) e un pochino anche la Mondadori (R101).

Ma ci sono novità anche sul fronte delle realtà locali. La più eclatante riguarda la pubblicazione del risultato: tutte le iscritte sono presenti, senza alcun tipo di soglia. E così, pur specificando che minori casi indicano maggiori potenziali errori statistici, i nuovi dati hanno mostrato una dettagliata panoramica della parcellizzazione degli ascolti tra le tante emittenti regionali, provinciali o semplicemente cittadine, ancora pulsanti in Italia. Analizzando regione per regione, ai vertici troviamo diverse conferme di quanto ci aveva segnalato fino ad un paio di anni fa Audiradio.

In Piemonte domina GRP con 170.000 contatti nel gmi (di cui 161.000 nella propria regione di pertinenza) seguita dai 139.000 di Radio Juke Box.

In Liguria, Radio Nostalgia ottiene il miglior risultato con 105.000 ascoltatori, ma scorporando il dato, soltanto 48.000 di essi si trovano nella regione in oggetto. Ragion per cui è Radio Babboleo, con i suoi 94.000 contatti tutti liguri, ad essere la più seguita tra Genova, La Spezia, Savona ed Imperia.

In Lombardia sono diverse le superstation presenti con un risultato, frutto della somma di più regioni. Comunque lo si legga, Radio Zeta è sempre vincente (752.000 totali di cui 435.000 lombardi), seguita da Discoradio (rispettivamente 452.000 e 362.000). Number One ottiene 309.000, ma solo 244.000 di essi sono regionali, a fronte di 300.000 contatti tutti lombardi di Radio Italia Anni 60.

Il Trentino Alto Adige vede il predominio di Radio Suedtirol 1 (90.000), seguita dai 72.000 (di cui 71.000 in regione) di Radio Dolomiti.

Grande successo per Radio Company in Veneto con 538.000 contatti totali e 455.000 in regione. Segue l'altro pilastro della zona, ovvero Radio Birikina (rispettivamente 446.000 e 313.000), oltre ad alcune seconde reti facenti parte dei due rispettivi gruppi editoriali.

Nel vicino Friuli-Venezia Giulia primeggia Radio Metrò con 74.000 contatti (ma solo 25.000 di essi sono in regione), tallonata (nelle quattro province dell'estremo nord-est) dai 23.000 ascoltatori di Radio Fantasy.

Schiacciante il riscontro di Radio Bruno in Emilia-Romagna (568.000 totali di cui 450.000 “locali”), mentre si spartiscono il rimanente bottino una Lattemiele dalla copertura in espansione (251.000 di cui 113.000 in regione), la nota Studio Delta (143.000, di cui 134.000 in territorio emiliano-romagnolo), Radio Pico (un totale di 118.000 contatti, ma quasi tutti veneti e lombardi poichè soltanto 7.000 vengono dalla propria regione) e la versione della zona di Radio Italia Anni 60 (114.000 totali di cui 111.000 regionali).

Spostandoci verso il Centro Italia, la Toscana resta un'area di forte dominio del gruppo Media Hit. Radio Cuore - su un dato totale di 415.000 contatti - ne raccoglie 116.000 in regione. Seguono Radio Blu (89.000) e Radio Sportiva (65.000 "locali", ma ben 406.000 totali). Tra le reti esterne all'editore Bessi segnaliamo i 77.000 contatti di RDF 102.7 e i 64.000 di Radio Toscana.

In Umbria (ma potremmo dire in tutta l'Italia centrale) a dominare è ovviamente Radio Subasio (1.505.000 gli ascoltatori totali a fronte di 179.000 "in casa") seguita da Radio Suby (rispettivamente 106.000 e 40.000).

Nelle Marche, il marchio più in vista resta quello di Veronica My Radio (un totale di 90.000 contatti, di cui 65.000 locali). Radio Azzurra e Radio Linea ottengono entrambe 35.000 ascoltatori marchigiani, ma la prima ne totalizza in tutto 7.000 in più, contro il migliaio extraregionale di Linea.

Nel Lazio, Gfk Eurisko attribuisce a Radio Globo lo scettro di Radio più ascoltata. Ben 339.000 tutti in regione, a cui seguono i 308.000 totali di Dimensione Suono Roma (290.000 il dato regionale) ed i 282.000 di Dimensione Suono Due (275.000 in ambito locale).

Abruzzo guidato da Radio Delta 1: sono ben 107.000 i contatti (di cui 93.000 in regione) che le garantiscono la leadership. A seguire Radio Ciao (95.000 totali, di cui 76.000 locali) e Radio Parsifal (66.000 tutti abruzzesi).

Clamoroso risultato in Campania dove sarebbe Radio Ibiza e non Kiss Kiss Italia la più seguita. Quest'ultima ottiene il risultato totale maggiore (ben 572.000 contatti) ma "solo" 446.000 sono campani, a fronte dei 467.000 (470.000 totali) di Ibiza e dei 447.000 (tutti in regione) di Radio Marte.

Nessuno "sconvolgimento" invece in Puglia con una Radionorba sempre al vertice (526.000 totali e 360.000 regionali), la presenza di due forti circuiti come Radio Italia Anni 60 e Lattemiele, i cui rispettivi 265.000 e 257.000 contatti sono la somma di più regioni, e la concorrenza regionale di Ciccio Riccio 188.000 e di Love FM (117.000, di cui 116.000 in regione).

Basilicata è sinonimo di Radio Potenza Centrale, con 62.000 contatti totali e 42.000 in regione. Molto forte anche il seguito di Radio Carina che ottiene rispettivamente 46.000 e 37.000 ascolti.

In Calabria, il dato più alto è quello di Radio Ricordi (119.000) ma di questi, solo 61.000 sono "locali". Ad avere la meglio, sotto questo profilo, è un marchio ben noto in zona: quello di Radio Juke Box che totalizza 87.000 ascolti "locali", a fronte di una somma pari a 106.000.

In Sicilia, la nota Radio Margherita raccoglie un risultato finale di 698.000 contatti, 315.000 dei quali in regione. Ben distanziate sono RGS Radio Giornale di Sicilia con un dignitoso 145.000, e la versione locale della già citata Radio Juke Box (122.000).

Sono sempre Radiolina (92.000) e Radio Sintony (76.000), infine, le capofila della Sardegna.

Pubblica i tuoi commenti