Rai International cambia nome e pelle

Ora si chiama Raitalia, ha un nuovo palinsesto più ricco d’informazione e punta ad essere diffuso anche in Europa. Ma su Sky ancora non ce n’è traccia…

Rai International è diventata Raitalia, rivoluzionando il palinsesto. Il primo segno di cambiamento è la nuova grafica, che è stata realizzata da Mimma Nocelli prendendo spunto dalle opere sferiche di Arnaldo Pomodoro. Il cambiamento nel palinsesto, oltre ai contenuti, riguarda anche la forma, dal momento che la programmazione sarà suddivisa per genere.

Il nuovo palinsesto dedica più attenzione all'informazione, che dovrebbe essere il punto più importante del rilancio di Rai International (Raitalia). Un contenitore di 90 minuti, "Tg Italia news", va in onda alle 13 dallo studio di Rai International e vi confluiscono i titoli dei tre Tg Rai, dei Tg regionali, le notizie dalle Tv di Camera e Senato, da Rai News 24 e da Euronews, oltre alla rassegna stampa delle testate nazionali e straniere.

Ci sono inoltre altri due appuntamenti quotidiani con l'informazione da 60 minuti: il primo alle 20 con finestre su Tg1 e Tg2, il secondo alle 24 con il Tg3 e l'approfondimento di "Primo piano". Un'altra rubrica d'informazione recentemente varata è stata "Italia on demand", che sostituisce "Sportello Italia", mentre "La giostra del gol" e il programma religioso "Cristianità" sono confermati. Tra i nuovi programmi varati negli ultimi tempi ci sono: "Sestante", settimanale sulle eccellenze italiane, "Next", realizzato in collaborazione con Rai News, e "Italia world", dedicato alla politica estera.

Le novità riguardano anche la Radio, che ha nuovi contenitori di 60 minuti in diretta alle 5, alle 12 e alle 18, mentre sono stati aggiunti al palinsesto due nuovi GR trasmessi alle 2 e alle 22. Inoltre dall'1 alle 5 del mattino vanno in onda 5 Gr flash di 6 minuti in inglese, francese e tedesco.

Gloria De Antoni e Oreste De Fornari (rieccoli!) conducono poi un nuovo programma (ora in Tv) dedicato alla diffusione della lingua italiana, a cui collaborano l'Accademia della Crusca e l'Università per Stranieri di Perugia.

Di fatto, però, il segnale di Rai International, ora Raitalia, non raggiunge tutto l'estero e in Europa il nuovo canale su Hot Bird non è ancora stato sintonizzato da Sky. Ma, ha detto Piero Badaloni, direttore del canale, "speriamo di estendere il segnale in tutto il Vecchio continente e in Asia anche grazie alla nuova convenzione con il Governo".

Pubblica i tuoi commenti