Rapallo capitale dell’animazione televisiva

Le novità dell’ultima edizione di ‘Cartoons on the Bay’, manifestazione svoltasi la settimana scorsa a Rapallo.

Anche quest'anno è tornato il consueto appuntamento con il “Cartoons on the Bay”, il Festival Internazionale dell'Animazione Televisiva e della Cross Medianità; è un festival organizzato da Rai Trade e promosso dalla Rai in collaborazione con Rai Fiction.
Quattordici le candeline per un festival che, sulla splendida baia di Rapallo, in Liguria, è riuscito a catturare l'attenzione dei più grandi professionisti del mondo del cartone animato provenienti da tutto il mondo, oltre che, naturalmente, di giornalisti, appassionati e studiosi di fama.
“Se guardiamo al ricco elenco delle opere che anche quest'anno sono state offerte al giudizio delle centinaia di addetti ai lavori che hanno affolato le terre di Portofino - ha detto Carlo Nardello, amministratore delegato di Rai Trade - è facile rendersi conto che non c'è un solo aspetto dello scibile umano che non sia stato raccontato da questa particolare forma di linguaggio. Ci si rende conto che il micro universo del cinema d'animazione riflette il macro universo della normale programmazione televisiva di servizio pubblico. Quest'anno ci siamo presentati con un'ulteriore novità: Cartoons on the Bike, un evento promosso dalla Rai attraverso il proprio circolo sportivo che nasce da un'idea di Gianfranco Comanducci, Vice Direttore Generale della Rai”.
I valori fondanti della famiglia, la scoperta del territorio e la disponibilità di grandi manager dello sport di vivere queste esperienze assieme ai ragazzi e ai bambini che fanno sì che Cartoons on the Bike sia un nuovo modo di riscoprire l'animazione, di raccontare il servizio pubblico e di promuovere i valori dello sport e della riscoperta della bellezza del nostro Paese all'attenzione delle famiglie e dei loro figli.
Tra le tante novità di questa edizione, bisogna dire che Cartoons on the Bay è diventato, a tutti gli effetti, un festival dell'animazione cross mediale. La vocazione nei confronti dei prodotti nati dalle suggestioni di mondi contigui a quello del cartone animato classico si accentua e trova la sua sublimazione nell'istituzione di un premio. “Si tratta - ha precisato Roberto Genovesi, Direttore Artistico del Cartoons on the Bay - dell'Arlecchino Award, dedicato a quelle opere in animazione che più e meglio di altre abbiano saputo cogliere suggerimenti creativi dai mondi confinati del fumetto, dei videogiochi, di internet. La scelta del personaggio di Arlecchino rappresenta un chiaro messaggio di cross medianità. La decisione di usare l'Arlecchino di Luzzati rappresenta invece il desiderio di restare nel solco della tradizione che ha visto fin dalla prima edizione il festival dell'animazione televisiva della Rai suggellato dalla firma di questo grandissimo artista ligure.
Alla consegna dell'Arlecchino Award erano presenti: Roberta Chinni, responsabile della Fiera del Libro di Bologna; Maria Mussi Bollini, capostruttura di RaiTre; Barbara Schiaffino, direttrice della rivista per ragazzi “Andersen” e il Direttore Artistico del Cartoons on the Bay.
Rimanendo sempre in tema di nominativi, anche quest'anno la Kermesse dell'Animazione Televisiva si è avvalsa di una giuria internazionale di tutto rispetto.
Tanti gli eventi che hanno caratterizzato il Cartoons on the Bay, ma il più importante è stato senza dubbio il Pulcinella Career Award, il Premio Pulcinella alla Carriera. Quest'anno, a salire sul podio destinato ai più grandi cartoonist mondiali, sono stati Don Bluth, uno dei registi più acclamati nell'industria dell'animazione, e Guido Manuli.

Pubblica i tuoi commenti