Millecanali

Riprese in studio, Mediacam sceglie tecnologia Sony a prova di futuro

Mediacam, service company italiana, già nota come Telecinema, che da oltre 35 anni opera nelle riprese in studio dei format di intrattenimento e nelle produzioni live di eventi sportivi, ha adottato le soluzioni Sony per dare vita a un ambiente di produzione già pronto per l’IP Live. La soluzione Sony acquisita da Mediacam sarà sfruttata per le grandi produzioni italiane ed estere, rappresentanti il 40% del fatturato della società romana

Mediacam è una service company che ha realizzato produzioni importanti nell’intrattenimento – Ciao Darwin (Mediaset – Canale 5), Italia’s Got Talent (Sky 1 e TV8), Tu si que Vales (Mediaset – Canale 5), nello sport – gare europee di auto da corsa, nei talk show – Di Martedì (La7), Music (Mediaset – Canale 5) e nelle produzioni per Juventus F.C. “Inizialmente, si è operato in 4K unendo le forze e creando delle partnership con altre aziende. Ad oggi, potendo con le soluzioni Sony operare sia in HD sia in 4K, l’investimento risulta essere molto vantaggioso. Si possono, infatti, fare delle produzioni per un concreto vantaggio sia economico sia logistico”, ha commentato Massimiliano Tonti, Ceo di Mediacam. “Con l’arrivo delle soluzioni in 4K e della infrastruttura IP i mezzi mobili cambiano totalmente i concetti di utilizzo delle risorse tecnologiche e in questa prospettiva stiamo realizzando un OB nativo IP e 4K. A sostegno della scelta innovativa, c’è la constatazione che realizzare un upgrade degli attuali OB non è la scelta migliore per evidenti limitazioni strutturali del vecchio HD”.

Le dieci system camera HDC-4300 di Sony scelte da Mediacam permettono la produzione flessibile dei contenuti  in 4K, HD, HDR (High Dynamic Range) e super slow motion, offrendo pieno controllo sui contenuti stessi, e, combinate con le HDCU-4300 offrono agli operatori OB una BPU/CCU flessibile e compatta per le operazioni IP avanzate in 4K/HD HDR. Inoltre i nuovi viewfinder HDVF-L750 di Sony, dei grandi pannelli LCD Full HD 1920 x 1080 da 7″, sono ideali per le produzioni live, perché permettono una messa a fuoco più semplice e precisa, con un rapporto di contrasto molto elevato pari a 1000:1, una migliore visualizzazione dell’immagine in applicazioni outside broadcast live, un monitoraggio completo dell’immagine per un controllo dell’esposizione molto preciso e, non da ultimo, consente di verificare le sorgenti video esterne sul campo. Il touch panel e gli interruttori ad accesso diretto dei 10 pannelli di controllo remoto con joystick RCP-1500 di Sony, che fanno parte dell’investimento tecnologico di Mediacam, sono ideali per gestire diverse operazioni della telecamera, mentre le unità di conversione HDR-4000 di Sony assicurano una produzione simultanea in HDR/SDR. L’unità può convertire una serie di segnali video, tra cui 4K HDR “SR-Live” (S-Log3, BT.2020), HD HDR, 4K SDR e HD SDR potendo convertire nelle varie curve BT-2100. La funzione AIR (Artistic Intent Rendering) Matching mantiene fedelmente l’intento artistico del produttore in qualsiasi formato di distribuzione, garantendo al contempo una maggiore efficienza del workflow. Completano l’investimento di Mediacam anche due monitor  Led Bravia 4K HDR da 65” e gli FW-65XE9001 di Sony.

La licenza software di attivazione 4K on demand di Sony ha consentito a Mediacam di sperimentare già per alcuni clienti la produzione in Ultra HD HDR su richiesta. “Il nostro impegno per realizzare dei trial in 4K mentre ci trovavamo nella location per la produzione HD, è stato semplice ed immediato. Infatti, da un giorno all’altro abbiamo potuto attivare la licenza online: scaricato il codice, tempo un’ora e la telecamera era avviata. È un vantaggio molto importante che consente ai nostri clienti di avere la massima flessibilità anche in rapporto ai costi di produzione”, ha concluso Massimiliano Tonti.