Sat Expo 2005: ottimo bilancio

La soddisfazione del presidente Paolo Dalla Chiara: “la miglior edizione degli ultimi sei anni”. Ecco alcune interessanti novità emerse a Vicenza.

"Quella del 2005 è stata la migliore edizione degli ultimi sei anni - ha detto Paolo Dalla Chiara, presidente di Sat Expo (manifestazione svoltasi nelle scorse settimane a Vicenza) - per il numero dei visitatori (12.720 con

un più 6% rispetto all'anno scorso), degli espositori (superiori ai 200 e provenienti da oltre 40 Paesi stranieri), ma soprattutto per l'interesse dimostrato nei confronti della miriade di convegni, seminari e corsi (oltre 50) che si sono succeduti nei tre giorni della manifestazione".

Importanti novità sono state presentate nel settore della Tv ad Alta Definizione (vedi la nostra notizia dei giorni scorsi), vera e propria scommessa per il 2006, che si aprirà con un importante banco di prova, quello dei Giochi Olimpici Invernali di Torino, durante i quali molte delle più importanti competizioni sportive saranno proprio trasmesse in HD.

Un'anteprima rilevante è stata poi la presentazione dell'imminente messa in opera del "Progetto Galileo", il piano europeo di navigazione e posizionamento satellitare da 4 miliardi di Euro, nato e progettato in Europa, e che si affiancherà al GPS americano e al Glonass russo. Il Sistema Galileo avrà una forza di 28 satelliti, il primo dei quali, pilota, sarà lanciato a dicembre e darà il vantaggio, rispetto ai paralleli sistemi continentali, di dare un segnale garantito, cioè sempre presente.

Parliamo adesso di 3D Switch (la Tv a tre dimensioni), azienda il cui direttore tecnico Antonio Caramelli al Sat Expo ha spiegato: "Abbiamo sviluppato questa tecnologia puntando al superamento dei difetti delle precedenti soluzioni attuate nel passato per rendere 3D l'immagine cinema o Tv. Anche la nostra tecnologia rende necessario l'uso degli occhialini per vedere la profondità delle immagini, ma si tratta di occhiali con montature in titanio, materiale che le rende leggerissime e per nulla fastidiose da portare.

La Tv in rilievo della 3D Switch è aperta a più di un utilizzo: "Siamo già attivi in ambiti professionali come quello della Telemedicina. Per quanto riguarda l'utilizzo della nostra tecnologia nella Tv di massa, partiremo presto con un canale dimostrativo tramite il satellite Hot Bird 1 della costellazione Eutelsat, utilizzando un algoritmo proprietario per ovvi motivi di sicurezza. La nostra soluzione è compatibile sia con il 2D sia con l'HD".

Pf2 Software e Digisoft.TV in occasione della XXII edizione di SatExpo hanno poi annunciato l'arrivo sul mercato digitale terrestre di iDIgiHost 1.0, software di nuova generazione per la realizzazione e la fruizione di servizi interattivi. La nuova piattaforma, attualmente in sviluppo presso i laboratori di DigisoftTv di Cork in Irlanda e di Pf2 Software in Napoli, sarà disponibile entro la fine del 2005.

L'innovativo prodotto iDigiHost 1.0, nato dall'integrazione della soluzione interattiva Digihost realizzata da DigisoftTv con la piattaforma multicanale Pf2iTV di Pf2 Software, è stato studiato per soddisfare le esigenze del mercato italiano del digitale terrestre.

Punto di forza del software è infatti la sua capacità di gestire un'elevata interattività dei servizi e una più ampia multicanalità attraverso l'uso di un browser MHP universale, componente fondamentale, particolarmente "leggero"in termini di banda trasmissiva e spazio occupato, riutilizzabile in contesti applicativi diversi e in grado di aggiungere nuove funzionalità attraverso l'inserimento di componenti di terze parti.

L'emittente toscana RTV38, che già lo scorso anno aveva presentato servizi base di "forward channel", ha poi presentato al Sat Expo in collaborazione con DigiSoft.tv, l'italiana ISP e il content provider FlyNet alcune nuove applicazioni in grado di generare profitto. Le applicazioni quali l'Oroscopo, le Suonerie e i Sondaggi sono promosse dai canali di RTV38 DTT già dai primi giorni di ottobre.

"RTV38 ha investito molto nell'infrastruttura dedicata alla Tv Digitale - ha detto Mugnai Boris, presidente di RTV38 - . Ora è il momento di un ritorno di investimento, essendo noi in grado di offrire servizi nuovi e più interessanti ai nostri telespettatori".

Si è chiusa con un bilancio estremamente positivo, secondo la stessa azienda, infine, la partecipazione di Interattiva, società leader nello sviluppo di piattaforme, servizi e contenuti per il Digitale Terrestre, al SAT Expo.

Interattiva, già affermata sul mercato nello sviluppo di software per la TV Digitale Terrestre, ha presentato in anteprima la nuova piattaforma hardware, basata su una linea di set top box e di televisori LCD con incorporata l'elettronica per la ricezione del segnale digitale terrestre, e la piattaforma software, composta dal CMI (Content Media Intelligence) e da un bouquet di moduli interattivi.

La società si muove infatti su due piani interdipendenti proponendosi da un lato come sviluppatore di software gestionali e applicazioni interattive, e dall'altro come produttore di apparecchiature hardware per agevolare la crescita e la diffusione del digitale.

Pubblica i tuoi commenti