Siglato l’accordo tra Telecapri e Publishare

Telecapri e le due emittenti collegate, TCN-TelecapriNews e TCS-TelecapriSport, da gennaio 2009 passano sotto la gestione di Publishare, la concessionaria di pubblicità delle grandi Televisioni areali, che in questi giorni festeggia il secondo anno di attività.

Telecapri, marchio storico dell'emittenza privata italiana - ha iniziato le trasmissioni nel 1976 - , è l'ammiraglia del gruppo di Televisioni areali che fanno capo alla famiglia Federico; con un palinsesto generalista, caratterizzato da una forte presenza di sport e informazione trasmette su Campania, Puglia, Molise, Basilicata, Calabria e Basso Lazio. Le altre due emittenti, come dichiara il loro marchio, sono Tv specializzate in informazione di territorio e sport con un palinsesto che copre le 24 ore.

Costantino Federico, direttore di Telecapri, un curriculum pluridecennale nel mondo dell'emittenza privata in Italia, spiega così la decisione di aderire al progetto commerciale che si è raccolto attorno a Publishare: "Il progetto strategico che esprime Publishare che mette al centro la dimensione editoriale delle Tv del territorio e ne fa il motore di una seria politica commerciale si incrocia perfettamente con il nostro lavoro. Le Tv areali non possono essere continuamente confuse con circuiti o reti nazionali: sono altro. Anzi sono meglio, perché sono le uniche che esprimono pluralità di idee e di prodotti in un momento in cui i palinsesti delle nazionali si appiattiscono su format identici".

"L'accordo di concessione con il gruppo Telecapri, che esprime fortiTelevisioni nel Centro-Sud d'Italia, conclude un anno molto importante per la nostra concessionaria, segnato da acquisizioni e allargamenti del portafoglio mezzi - dice Stefano Marzo, direttore commerciale di Publishare - . Nel 2008 abbiamo acquisito Rtv-38, la principale tivù della Toscana; RTTR, leader nel Trentino, ora Telecapri, TCN e TCS. Queste emittenti insieme a quelle già in portafoglio, Telelombardia, Primocanale, Antenna 3, Telecupole, raggiungono complessivamente 4.260.000 telespettatori nel giorno medio ( fonte Auditel 31 ago - 29 nov 2008) e sono leader nei rispettivi territori, dove hanno coperture medie del 90%. Ma oltre al dato quantitativo, sicuramente significativo per chi deve pianificare, registriamo un crescente interesse dei clienti per i modelli editoriali che queste emittenti esprimono: forte presenza informativa da e per il territorio; forte flessibilità nella comunicazione commerciale; grande originalità nei programmi sportivi.

Per il 2009 abbiamo due linee di sviluppo: completare il portafoglio mezzi e lavorare sul consolidamento di mercato di queste Tv attraverso incontri mirati con i clienti e i centri media. Vogliamo far conoscere da vicino gli editori e i loro progetti".

Pubblica i tuoi commenti