Sony e DBW in campo per la Coppa Italia in 4K

La finale Juventus-Lazio di TIM Cup 2015, come abbiamo già accennato qualche giorno fa, è stato il primo evento sportivo ripreso in 4K in modalità HDR.

È la nuova frontiera della Televisione digitale verso l’Ultra Alta Definizione. Come l’occhio umano riesce a catturare un’ampia dinamica delle immagini, distinguendo elementi di immagine ad alta e bassa luminosità, discriminando i contenuti anche nelle aree ad elevato contrasto, la modalità HDR televisiva ambisce a raccogliere tutte le informazioni e a restituirle per una visione evoluta, coinvolgente e che rispecchia la realtà. L’innovazione sta nella messa a punto di sensori ottici/elettrici avanzati, capaci di catturare le immagini anche oltre lo spettro dell’occhio umano e processare segnali con un elevatissimo numero di campionamenti al fine di riprodurre ogni singolo livello di luminosità e di informazione colore.

Lo scorso 20 maggio questa innovativa tecnologia è stata utilizzata in fase di test produttivo in occasione della finale fra Juventus e Lazio di TIM Cup 2015, la prima partita di calcio interamente ripresa in modalità High Dynamic Range (HDR). La produzione è stata realizzata da Infront Sports & Media con il supporto tecnico e tecnologico di DBW Communication, che ha utilizzato per le riprese apparecchiature Sony che comprendono 6 telecamere F55, uno switcher 4K MVS-7000X, un server 4K PWS-4400 e due monitor 4K PVM-X300.

“In accordo con Infront abbiamo deciso di condurre il test decisamente stimolante che apre la nuova frontiera della Televisione per lo sport. La scelta delle telecamere Sony F55 in assetto ‘live production’, si è rivelata ancor di più un investimento ‘futureproof’. Infatti Sony ha messo a disposizione un nuovo set-up ‘S-Log3’ per aggiornare la PMW-F55 pronto per le riprese 4K HDR” - ha affermato Stefano Rebechi, Amministratore Delegato della DBW Communication.

“In campo abbiamo posizionato 6 telecamere F55 configurate con il formato QFHD 3840x2160, frame rate di 50fps e uno spazio colore ampio, con profilo S-Gamut3/S-Log3. Il contenuto è stato poi registrato sul server multi-porta PWS-4400 in formato XAVC, 300Mbs a 10Bit - ha spiegato Marco Cossu, Responsabile post-produzione e 4K Specialist di DBW Communication - . Questa configurazione ci ha consentito di acquisire immagini davvero coinvolgenti, come riscontrato dal successivo test di confronto con le riprese in SDR”.

“Infront è sempre alla ricerca di aggiornamenti per offrire nuove esperienze visive per esaltare gli eventi sportivi e il 4K è già nella nostra agenda. L’HDR rappresenta ora un nuovo step tecnologico da esplorare per offrire ai nostri partner contenuti sempre più emozionanti” - ha commentato Massimo Ceriani, Responsabile Regia di Infront Sports & Media. “L’HDR rappresenta una nuova tappa nel percorso evolutivo della produzione televisiva che consente a broadcaster e produttori di contenuti di innalzare l’esperienza visiva - ha sottolineato Benito Manlio Mari, di Sony Professional Europe - . In termini di produzione i vantaggi offerti da questa modalità danno ai produttori di contenuti l’accesso a una più vasta gamma creativa e a livelli di espressività decisamente superiori”.

Pubblica i tuoi commenti