Sulla DTT Mediaset la prima produzione Puntodoc

Dal 27 ottobre su Joi i protagonisti del Cinema Italiano si raccontano a ‘Stile Libero; seguirà ‘Fuori Campo’. Sono due programmi targati Puntodoc, la content factory guidata da Andrea Broglia.

Ieri, lunedì 27 settembre, sul digitale terrestre di Mediaset, Joi ha trasmesso la prima puntata di 'Stile Libero', prodotta da Puntodoc, mentre 'Fuori Campo' inizia il 24 novembre.

Protagonisti del cinema italiano quali Ermanno Olmi, Mario Monicelli, Carlo Verdone, Monica Bellucci, Paolo Villaggio, Fernan Ozpetk si raccontano tuffandosi nelle proprie idee, ricordi, sensazioni per riemergere in una piacevole chiacchierata a tema. Amore, sesso, superstizione, amicizia, guerra, religione. Ogni argomento una puntata: si gioca sulle riflessioni e le memorie di registi e attori intervallati da scene di film sullo stesso tema. Due cifre narrative differenti che convergono sull'unico tema che caratterizza la puntata.

'Stile Libero' prosegue fino al 21 novembre, dal lunedì al venerdì con 2 puntate al giorno, dedicate a temi diversi: la prima alle 22:30 e la seconda verso le 00:30, con due repliche nel day time del giorno dopo e durante il weekend.

'Fuori Campo' è invece un programma realizzato in due diversi formati, la versione da sette minuti è più biografica e racconta l'Italia della giovinezza e i primi passi del protagonista fino al debutto nel cinema. La seconda, di quattro minuti, è un'antologia di incontri, situazioni e curiosità legate ai propri film e al mondo del cinema.

Nella programmazione, 'Fuori Campo' seguirà 'Stile Libero', appunto dal 24 novembre per arrivare fino al 5 marzo con due personaggi alla settimana (uno il lunedì e l'altro il giovedì) prevedendo alle 22:30 la puntata da 7' e alle 00:30 circa la puntata da 4' dedicata al medesimo personaggio. Le puntate della sera verranno replicate due volte nel day time del giorno dopo e durante il weekend.

Storie inedite di cinema e di vita che, in diversi formati, arricchiscono la programmazione di Joi.

La collana fa parte di un progetto molto più ampio: "MNEO", un archivio della memoria italiana che Puntodoc sta a poco a poco componendo attraverso la registrazione di testimonianze filmate e una raccolta meticolosa di documentari d'epoca e di archivi privati.

Andrea Broglia, AD di Puntodoc, individua nella raccolta storica degli audiovisivi una nicchia ancora poco esplorata e ricca di opportunità: "Grazie anche a Mediaset continua il progetto di recupero di storie e personaggi italiani che vanno ad arricchire 'MNEO', l'archivio italiano della memoria".

Infine va detto che la collana di documentari acquistata da Mediaset nasce da una costola di "Cento più cento", un progetto editoriale che si colloca nell'ambito dell'archivio della memoria di Puntodoc e che si pone come obiettivo quello di raccogliere le interviste di 100 personalità di rilievo provenienti da vari ambiti (politica, sport, scienza, spettacolo, ecc.) e quelle di 100 persone comuni che sono state testimoni di eventi importanti (alluvione di Firenze, disastro del Vajont, ecc.).

Pubblica i tuoi commenti