TeleMarket: il Pm dissequestra le aziende

Dopo i sigilli apposti il 13 marzo è stato ufficialmente disposto il dissequestro di tutte le aziende e le attività commerciali di Telemarket spa e Telemarket 2 (o Telemarket Bari).

Il dissequestro è stato disposto, sia pure con tutta una serie di limitazioni, dal pm Roberto Rossi a tutela dei posti di lavoro delle oltre 400 persone che lavorano per il gruppo. In effetti nei giorni scorsi erano state molto forti le proteste dei dipendenti delle aziende del gruppo (che credono anche nell'innocenza di Giorgio Corbelli, arrestato la scorsa settimana),

culminate con una rovente conferenza stampa sabato, trasmessa a rullo sui canali nazionali e satellitari di Elefante (che fa capo a TeleMarket) e regionali (nel Sud Italia) di Telemarket 2.

Le trasmissioni di televendita sono riprese a partire da ieri, martedì, ma non riguardano per ora il mondo dell'arte.

Intanto, a conclusione dell'interrogatorio di garanzia svoltosi ieri mattina Emanuele Ceglie, contabile della Telemarket 2 Srl, agli arresti domiciliari, è stato scarcerato dal Gip: sulla base dei chiarimenti forniti - ha ritenuto il giudice - sono venute meno le esigenze cautelari.

Giorgio Corbelli sta invece cercando di spiegare la propria posizione ai magistrati, proclamando la propria estraneità rispetto agli illeciti ipotizzati dagli inquirenti.

Pubblica i tuoi commenti