Telepace in digitale con RaiDue e Retequattro

Un po’ a sorpresa lo switch-over del Lazio del 16 giugno non riguarderà solo RaiDue e Retequattro ma anche la nota Tv di Don Giudo Todeschini nella sua ‘versione romana’.

Il 16 giugno prossimo, anche Telepace, l'emittente cattolica che nel 1990 venne chiamata a Roma dal Santo Padre Giovanni Paolo II e che si distingue per la copertura in diretta di tutte le celebrazioni papali in Vaticano, a Roma e all'estero, effettuerà lo switch over nel Lazio insieme a Raidue e Retequattro. Da quella data l'emittente cattolica fondata da Don Guido Todeschini 32 anni fa e visibile anche via satellite in Europa, America e Oceania trasmetterà i propri programmi in tecnica digitale TDT insieme ai due network nazionali e sarà visibile nel Lazio solo con apparati (set top box) digitali, acquistabili anche con incentivi statali presso tutti i rivenditori di elettronica.

Nel prossimo novembre poi tutte le emittenti del Lazio abbandoneranno la vecchia tecnica di trasmissione analogica per passare al sistema digitale TDT che assicurerà un notevole incremento della qualità di ricezione e del numero di programmi ricevibili.

Telepace ha istituito un numero telefonico per dare informazioni e consigli ai propri telespettatori che incontrassero difficoltà nel cambio tecnologico: Telepace help desk - 0668804641.

«Secondo gli ultimi dati forniti da Makno, rilevati attraverso indagine campionaria (3.000 casi) - informa una nota di Telepace - , a febbraio 2009 il numero delle famiglie TDT (ovvero in possesso di almeno un ricevitore TDT nella residenza principale) si è attestato a 8.111.000. Rispetto ad un anno fa, la crescita è di circa 2,7 milioni di famiglie. A febbraio, inoltre, il numero totale dei ricevitori TDT presenti nelle abitazioni principali si attesta a 9.840.000 (+ 3,9 milioni rispetto allo stesso periodo del 2008).

Secondo le rilevazioni di GFK, nel mese di febbraio 2009 sono stati venduti 529 mila ricevitori per la Tv digitale terrestre. Di questi, 384 mila (pari al 72,6% del totale) sono ricevitori integrati in altri apparecchi, mentre i restanti 145 mila (27,4% del totale) sono set-top-box. Il numero cumulato di ricevitori TDT venduti (dal febbraio 2004) supera così i 13 milioni, attestandosi a 13.412.000. Di questi, il 56,8% sono STB esterni, il 43,2% (5,8 milioni) sono ricevitori integrati».

Pubblica i tuoi commenti

Telepace in digitale con RaiDue e Retequattro

Un po’ a sorpresa lo switch-over del Lazio del 16 giugno non riguarderà solo RaiDue e Retequattro ma anche la nota Tv di Don Giudo Todeschini nella sua ‘versione romana’.

Il 16 giugno prossimo, anche Telepace, l'emittente cattolica che nel 1990 venne chiamata a Roma dal Santo Padre Giovanni Paolo II e che si distingue per la copertura in diretta di tutte le celebrazioni papali in Vaticano, a Roma e all'estero, effettuerà lo switch over nel Lazio insieme a Raidue e Retequattro. Da quella data l'emittente cattolica fondata da Don Guido Todeschini 32 anni fa e visibile anche via satellite in Europa, America e Oceania trasmetterà i propri programmi in tecnica digitale TDT insieme ai due network nazionali e sarà visibile nel Lazio solo con apparati (set top box) digitali, acquistabili anche con incentivi statali presso tutti i rivenditori di elettronica.

Nel prossimo novembre poi tutte le emittenti del Lazio abbandoneranno la vecchia tecnica di trasmissione analogica per passare al sistema digitale TDT che assicurerà un notevole incremento della qualità di ricezione e del numero di programmi ricevibili.

Telepace ha istituito un numero telefonico per dare informazioni e consigli ai propri telespettatori che incontrassero difficoltà nel cambio tecnologico: Telepace help desk - 0668804641.

«Secondo gli ultimi dati forniti da Makno, rilevati attraverso indagine campionaria (3.000 casi) - informa una nota di Telepace - , a febbraio 2009 il numero delle famiglie TDT (ovvero in possesso di almeno un ricevitore TDT nella residenza principale) si è attestato a 8.111.000. Rispetto ad un anno fa, la crescita è di circa 2,7 milioni di famiglie. A febbraio, inoltre, il numero totale dei ricevitori TDT presenti nelle abitazioni principali si attesta a 9.840.000 (+ 3,9 milioni rispetto allo stesso periodo del 2008).

Secondo le rilevazioni di GFK, nel mese di febbraio 2009 sono stati venduti 529 mila ricevitori per la Tv digitale terrestre. Di questi, 384 mila (pari al 72,6% del totale) sono ricevitori integrati in altri apparecchi, mentre i restanti 145 mila (27,4% del totale) sono set-top-box. Il numero cumulato di ricevitori TDT venduti (dal febbraio 2004) supera così i 13 milioni, attestandosi a 13.412.000. Di questi, il 56,8% sono STB esterni, il 43,2% (5,8 milioni) sono ricevitori integrati».

Pubblica i tuoi commenti

New Business Media © 2017 New Business Media Srl. Tutti i diritti riservati.
Sede legale Via Eritrea 21 - 20157 Milano | Codice fiscale, Partita IVA e Iscrizione al Registro delle imprese di Milano: 08449540965
css.php