Telereporter: accordo per la cassa integrazione

Nella nota Tv lombarda, dove la proprietà aveva prospettato una serie di licenziamenti (come avevamo scritto nella nostra newsletter), è stato raggiunto un accordo per applicare la “cassa integrazione in deroga”.

Vediamo la notizia dal sito di Franco Abruzzo www.francoabruzzo.it:

«Tempesta nella redazione di Telereporter e di Telecampione, due testate Tv regionali conosciute e seguite, ma in crisi di pubblicità. L'azienda, con un accordo stipulato questa mattina (4 maggio; Ndr.) con Cgil-Cisl-Uil, ha messo in "cassa integrazione in deroga" 12 redattori (su 23), mentre ha annunciato che non rinnoverà il contratto ad altri 10 giornalisti assunti a termine. Anche 12 impiegati e tecnici sono stati posti in "cassa integrazione in deroga".

Dalle trattative è stata esclusa la "Lombarda" (rappresentata dal presidente, Giovanni Negri) su richiesta di Cgil-Cisl-Uil. Nell'azienda viene applicato il contratto Frt, che è sottoscritto dalla "triplice". I giornalisti hanno rinunciato ad eleggere un loro Cdr; poi, in prossimità delle trattative, hanno chiesto, con un voto assembleare, la presenza della "Lombarda", ma ormai era troppo tardi. Purtroppo. Negri ha protestato con Cgil/Cisl/Uil e ha chiesto un passo della segreteria nazionale della Fnsi sulle tre Confederazioni».

Pubblica i tuoi commenti