Telespazio ed Eutelsat, avanti con lo sviluppo di tecnologie HD e UHD

Eutelsat Communications e Telespazio, joint venture tra Leonardo-Finmeccanica (67%) e Thales (33%), consolidano la loro lunga partnership strategica con un nuovo accordo che pone le basi per lo sviluppo di canali video a più alta risoluzione attraverso la comunità Hotbird di Eutelsat.

Oltre a proseguire le trasmissioni sulle piattaforme digitali standard in DVB-S e DVB-S2, Telespazio è impegnata ad accelerare il passaggio alle trasmissioni in HD e Ultra HD attraverso la comunità video Hotbird, punto di riferimento delle trasmissioni multicanale in Italia e in grado di garantire la copertura di Europa, Nord Africa e Medio Oriente. Il cluster di Eutelsat di tre satelliti televisivi ad alta potenza, posizionati a 13°Est, fornisce una copertura primaria di Europa, Medio Oriente e Nord Africa, offrendo una line-up di 1.000 canali in 40 lingue a oltre 135 milioni di abitazioni, tramite ricezione direct-to-home, reti via cavo, IP e Dtt. “Da oltre vent’anni dai nostri teleporti operiamo i satelliti Hotbird, per l’ampia copertura del loro segnale e il pubblico che raggiungono e per la loro affidabilità e possibilità di passare all’HD e all’Ultra HD", ha detto Luigi Pasquali, AD di Telespazio.  "Il nuovo accordo con Eutelsat conferma il nostro intento di intensificare il costante sviluppo dei servizi basati su Hotbird”.  Rodolphe Belmer, AD di Eutelsat, ha aggiunto: “Telespazio è un partner di lunga data con una vasta esperienza nella fornitura di servizi a una gamma diversificata di clienti nel campo del broadcasting. Questa esperienza darà nuovo impulso allo sviluppo dei canali HD e Ultra HD in Italia e in un’ampia area di copertura dei satelliti Hotbird, che sono un pilastro della nostra attività video”.

Pubblica i tuoi commenti