Tv Capodistria presto sul satellite

Dopo il varo, anche via referendum, della nuova legge di regolamentazione del sistema radiotelevisivo sloveno, il direttore dei programmi in italiano Antonio Rocco era stato molto cauto con Millecanali. Ecco ora cosa dovrebbe succedere a Tv Capodistria, che comunque sarà presto su Hot Bird.

Lo scorso 19 dicembre è stata firmata una convenzione tra la RTV slovena, UI-UPT, il Governo italiano e la Regione Friuli-Venezia Giulia nell'ambito del progetto della Tv transfrontaliera nato nel 1999. Un accordo che vedrà a breve Tv Capodistria tornare da protagonista nell'area delle Tv operanti in lingua italiana, anche via satellite (su Hot Bird già opera anche Radio Capodistria).

Questo avvenimento è ancor più importante se si considera che la nuova legge sull'assetto della radiotelevisivione pubblica slovena, approvata a maggioranza anche mediante un referendum, faceva tenere pesanti conseguenze sulle sedi regionali della Tv pubblica di Lubiana e di conseguenza sui programmi in lingua italiana.

I programmi italiani di RTV Capodistria sono infatti parte integrante della RTV slovena e in parte finanziati dal governo sloveno.

La riorganizzazione dovrebbe comportare anche una ristrutturazione dell'organigramma aziendale. Dal momento che i programmi dipenderanno dalla direzione generale a Lubiana, l'attuale direttore dei programmi in italiano Antonio Rocco (che la redazione di Millecanali saluta calorosamente) potrebbe essere sostituito dall'aiuto direttore dei programmi.

Entrerà poi in vigore il Comitato di programma contemplato dalla nuova legge. Il Comitato è un organismo di nove membri, sei dei quali verranno nominati dalla CAN (Comunità d'interesse Autogestita della Nazionalità), uno dai dipendenti delle redazioni italiane e altri due da Lubiana.

Rimane un elemento di contrasto con la sede di Lubiana, che ritiene che la programmazione in italiano da Capodistria sia eccessiva per i circa 3000 italiani che vivono in quest'area. Tuttavia va detto che un lato il governo sloveno si è impegnato a mantenere la quantità attuale di programmazione, mentre quello italiano ha finanziato il rinnovamento tecnologico della stazione di Capodistria.

Pubblica i tuoi commenti