Tv digitale: la Rai conferma Dmt e Rohde & Schwarz

Corsa contro il tempo: entro fine anno la Rai dovrà coprire il 70% della popolazione, mentre Mediaset e La7 sono già più avanti. Le due aziende capofila della prima fase del digitale Rai sono state confermate anche per la seconda.

Dopo che Mediaset e La7, usando la leva del calcio, hanno fatto capire che la DTT sarà la nuova tecnologia di riferimento e il prossimo terreno di sfida per le tv, la Rai a maggior ragione deve muoversi per aumentare la copertura dei suoi due multiplex digitali, partiti da quasi un anno.

L'azienda pubblica ha così firmato nei giorni scorsi un nuovo accordo per aumentare la diffusione del proprio segnale digitale, affidando il compito alle società già 'nominate' capofila (ci sono poi altre aziende, ad importante supporto delle due citate, in prima linea Sielte con DMT e Sirte con Rohde & Schwarz) nel precedente contratto del 2004 (del valore, tanto per capire di cosa parliamo, di 80 qualcosa come milioni di euro): si tratta di Dmt, la società italiana che la scorsa estate ha debuttato in Piazza Affari, e che sta già lavorando alle reti tecnologiche in digitale terrestre di Mediaset e La7, e di Rohde & Schwarz.

Entrambe le società, come si diceva e come abbiamo a suo tempo ampiamemte documentato su Millecanali (vedi il servizio esclusivo apparso su Millecanali dicembre 2003), avevano già operato nella prima fase per l'allestimento dell'infrastruttura digitale della tv pubblica, consentendo di far partire la programmazione dei due multiplex su più di metà dell'Italia. In termini di copertura ora la Rai è poco sopra il 50% e deve arrivare al 70%, a norma di legge, entro fine anno. Ci sarà poi una terza tranche dell'operazione per arrivare a una copertura del 100%. Mediaset è già oltre la quota di copertura della Rai e va quindi 'inseguita', mentre anche La7 si sta dando parecchio da fare.

Il primo obiettivo Rai è dunque quello di colmare il ritardo tecnologico nei confronti di Mediaset e Telecom, per poi poter passare a parlare di contenuti. La Rai sui suoi due multiplex sta trasmettendo a un ristretto numero di famiglie i tradizionali canali (RaiUno, RaiDue, Raitre) più RaiNews24, RaiSportSat, Rai Edu l, Rai Utile e Rai Doc, più le radio, tutte reti peraltro già disponibili in chiaro anche sul satellite.

Pubblica i tuoi commenti