Un bilancio dell’HbbTV Symposium 2017

HD Forum Italia esprime soddisfazione per il successo della conferenza annuale dell’Associazione HbbTV (HbbTV Symposium 2017) svoltasi a Roma il 17 e 18 ottobre scorsi presso l’Auditorium Antonianum, in collaborazione con HD Forum Italia. Rafforzando il legame tra i due organismi, l’evento ha permesso di orientare il cammino tecnologico verso l’innovazione della Tv in una dimensione europea.

I numeri sono stati importanti: oltre 260 presenze registrate; 40 relatori in rappresentanza dell’intera catena dell’audiovisivo; 18 aziende sponsor che hanno animato una preziosa area espositiva. Inoltre, grazie all’interessamento di diversi organi di informazione, anche l’opinione pubblica del nostro Paese ha avuto la possibilità di condividere il lavoro svolto fino ad ora dal comparto tecnologico italiano.

“Un risultato straordinario”, per il presidente di HDFI, Benito Manlio Mari che precisa come al simposio non si sia soltanto parlato della Tv del futuro, ma anche della Tv italiana del prossimo semestre. Nello spazio espositivo, infatti, il nuovo standard HbbTV2 è stato declinato in numerose demo che hanno consentito di 'toccare con mano’ i servizi interattivi di ultima generazione veicolati attraverso SmartTV e decoder.

Un dinamismo che lascia intravedere riflessi positivi sul mercato nel medio e lungo periodo. “Le tv che da ora in poi troveremo sugli scaffali dei negozi - spiega Mari - sono il frutto di un nuovo paradigma dominato dalla convergenza tecnologica. Le parole chiave sono: Ultra HD, interattiva, ibrida. E poi multipiattaforma, perché l’alimentazione di contenuti avviene in contemporanea mediante tutte le piattaforme di distribuzione dei segnali: digitale terrestre, satellite e IP”.

Anche in virtù del lavoro di HDFI, che a breve sfocerà nella pubblicazione dell’Ultra HD Book 1.0, la Tv diventa a tutti gli effetti un terminale olistico.

Pubblica i tuoi commenti