Un futuro sempre più digitale

Un consuntivo del recente Smau –

Il recente Smau ha visto tra i protagonisti più gettonati le soluzioni legate al mondo dei digital media, settore che, secondo l’Osservatorio Smau-School of Management, nonostante la crisi, è in crescita.

Smau, Esposizione Internazionale di Information & Communications Technology è ormai da anni non solo il punto di riferimento per coloro che lavorano con l'innovazione ma anche un momento utile a capire le tendenze legate alle nuove tecnologie nel Paese, individuare i fenomeni di costume, in atto o prossimi.
Così camminare per i corridoi di Fieramilanocity ed individuare gli stand e i workshop più affollati dell'edizione di Smau da poco conclusa significava anche trovare velocemente soluzioni pronte a entrare sul mercato domani: è il caso ad esempio di Tag My di IBM, una soluzione grazie alla quale gli utenti, fotografando con il proprio cellulare le opere d'arte di museo, monumenti o qualsiasi altro luogo dotato di tag specifici, possono scaricare le informazioni turistiche e culturali relative al luogo o all'opera d'arte.
Bluemapia Social Mapping, invece, è la nuova piattaforma web & mobile presentata a Smau 2009 che permette la creazione di “geo-communities” capaci di condividere informazioni riguardanti percorsi e luoghi di interesse e facilitare la socializzazione all'interno della community.
Anche il monitoraggio dell'inquinamento atmosferico può a oggi essere condotto attraverso i digital media: Green Phone Co2 Open Spime è un rivelatore mobile (si tratta di un comune Smartphone), in grado raccogliere i livelli di CO2, comunicare i dati in tempo reale via wireless e visualizzare le informazioni raccolte on line.
Per conoscere il prezzo del benzinaio più vicino o per sapere il giorno in cui lavano una strada, sono stati presentati in Smau PrezziBenzina.it, l'unica piattaforma in Italia per monitorare e pubblicare i prezzi della benzina a livello di ogni singolo gestore, e Lavaggiostrade.it che segnala via sms, via email e tramite mappe, i divieti di sosta per la pulizia delle strade in più di 88 Comuni italiani per un totale di oltre 15.000 vie.

Ma parliamo adesso della Ricerca sui Mercati Digitali in Italia realizzata dall'Osservatorio Smau-School of Management e presentata nell'ambito dell'appena passata edizione di Smau. Il valore 2008 dei mercati digitali consumer in Italia è di oltre 10 miliardi con un + 16% rispetto al 2007. Previsioni positive anche per il 2009, pari a + 7%.

Guardando al peso delle diverse piattaforme digitali, il 60% circa deriva da Internet, oltre il 30% dalle Sofa-Tv digitali e meno del 10% dal Mobile. Il 50% di questo mercato è rappresentato dalla Vendita di prodotti e servizi non digitali, il 40% dai Contenuti digitali a pagamento e il restante 10% circa dalla Pubblicità.
“La dinamica dei mercati digitali evidenzia innegabili segnali positivi, in un contesto che, a causa della crisi economico-finanziaria in atto, sta invece accusando forti rallentamenti - ha commentato Andrea Rangone, Responsabile scientifico dell'Osservatorio Smau - School of Management del Politecnico di Milano - . Basti pensare che il mercato dei contenuti digitali a pagamento è cresciuto nel 2008 del 13%, quello del commercio on line di prodotti e servizi del 18% e quello della pubblicità su piattaforme digitali del 21%. E le piattaforme digitali stanno diventando sempre di più e sempre più efficaci: da Internet al Mobile, alle nuove Tv”.

Smau stesso, riconoscendo il valore comunicativo dei media digitali, dall'edizione 2008 ha aperto in collaborazione con Televisionet, realtà sinonimo di nuovi media e contenuti editoriali avanzati, la piattaforma interattiva SmauTv, che sfruttando le infinite possibilità offerte dalle moderne tecnologie, ha consentito di fruire consapevolmente contenuti e pillole audiovisive relative agli eventi in programma. Le “pillole” prodotte, sempre aggiornate ed articolate, fruibili grazie ad un ampio social business networking, propongono interviste ad autorevoli protagonisti del settore (docenti universitari, manager delle aziende espositrici, rappresentanti di istituzioni locali e nazionali) ed esperienze di business di successo legate alle tematiche dell'ICT e dell'innovazione nelle imprese italiane.

Pubblica i tuoi commenti