Un ‘Garibaldi’ da ‘Laguna Blu’

Delude, in linea di massima, la mini-serie di RaiUno su Anita e sull’eroe dei due mondi, anche perché Pasotti tutto può sembrare meno che un condottiero. Eppure la scelta di Valeria Solarino per il personaggio di Anita pareva interessante…

È anche quel “un giorno sarai mia” che Giuseppe Garibaldi dice con tono perentorio ad una Anita ancora sposata con un marito rozzo e violento che, insieme ad altri particolari, toglie credibilità alla ricostruzione storica e porta la fiction "Anita" ad assomigliare più ad una storia d'amore qualsiasi che ad una fiction storica e nata per celebrare i 150 anni d'Italia. Non è colpa né di Valeria Solarino, brava ad interpretare la moglie dell'Eroe dei due mondi alla quale dà comunque un certo spessore ma costretta a seguire la sceneggiatura, né di un Giorgio Pasotti un po' rigido nelle vesti di Garibaldi e senza il fisico per interpretare l'eroe dei due mondi.

È vero che la fiction è incentrata sulla “donna Anita”, sul suo ruolo di soldato a fianco di Giuseppe Garibaldi ma quell'insistere sulle vicende amorose, quella fotografia ottima e quell'atmosfera un po' vagamente da 'Laguna Blu', quelle corse a cavallo, tutto per ricostruire gli anni della coppia in Brasile nella prima puntata, sono un po' troppo.

Insomma, nel voler rendere la fiction più accessibile possibile al vasto pubblico di RaiUno e non appesantirla con aneddoti storici, gli aspetti secondari (la nascita e lo sviluppo dell'amore tra i due, l'amore e a tratti il rimorso per i figli lasciati alla nonna materna o in collegio, la gelosia di Anita) hanno avuto la meglio sulla ricostruzione storica, più presente nella seconda parte del film ma non sviluppata in modo esteso.

La fiction, in due puntate è stata diretta da Claudio Bonivento e prodotta da Goodtime di Gabriella Buontempo e Massimo Martino. Discreti ma non certo travolgenti gli ascolti: nella puntata del 16 gennaio è stato registrato il 20,33% di share (5.789 milioni di spettatori) contro il 17,33% del Grande Fratello su Canale 5; nella serata del 17 gennaio si è arrivati al 18,98% di share (5.377 milioni di spettatori) contro il 17,001% di Ballarò su RaiTre.

Pubblica i tuoi commenti