Via al secondo mux di Cairo

A quasi un anno dalla vittoria all’asta, Cairo ha iniziato ad accendere i ripetitori della propria rete, vinta per 31,6 milioni di euro il 25 giugno di un anno fa. Ieri il via è stato dato con i segnali irradiati da Trazzonara e Monte Faito, utili per servire buona parte dell’Arco Ionico e del Golfo di Napoli. Ne seguiranno poco meno di altri 800 per portare la copertura quasi ai livelli di Mediaset 3.

La rete ha due canali in concessione (il 25 in tutta Italia, con l’eccezione di Liguria, Toscana, Umbria, Alto Lazio e Sardegna dove si userà il 59) ed è gestita da Ei Towers. Per il momento nel mux c’è solo un segnale di prova e c’è parecchia curiosità verso i contenuti che saranno veicolati da Urbano Cairo.

Pubblica i tuoi commenti