World Radio Day 2018: il giorno della Radio

 

Si celebra oggi, 13 febbraio, il World Radio Day, la giornata patrocinata dalle Nazioni Unite, che dal 2011 invita tutti a celebrare un media che ricopre una parte importante nella vita dei cittadini di tutto il mondo.

La giornata viene promossa anche dall’Egta, l’Associazione Europea delle Concessionarie di Pubblicità, che ci ha inviato una nota in cui ricorda i principali punti di forza della Radio, che ne fanno anche un media imprescindibile per la comunicazione pubblicitaria.

Eccone il testo:

“Le emittenti radiofoniche e le loro concessionarie anche quest'anno approfittano nuovamente del World Radio Day, come dichiarato dall'Unesco nel novembre 2011, per invitare l'industry a celebrare un mezzo che costituisce una parte fondamentale nella vita di milioni di persone in tutto il mondo.

Chi meglio dei professionisti del marketing può testimoniare i punti di forza della Radio? Egta è orgogliosa di presentare le testimonianze dei leader del settore che dichiarano come la Radio e l'audio li aiutino a raggiungere i loro obiettivi di marketing.

La Radio offre un elevato ROI, amplifica il media mix e aiuta le marche a crescere. Gli sviluppi nella raccolta dei dati e nella tecnologia, nonché la proliferazione dell'assistenza vocale, rappresentano il futuro dell'industria dell'audio.

Ascoltiamo di seguito alcuni leader del mercato italiano che considerano la Radio un mezzo pubblicitario efficace.

“Per Ferrero la Radio è sempre stata un media strategico. In passato, prima della frammentazione del pubblico televisivo, era utilizzata come ponte tra un flight televisivo e l’altro, per mantenere alto il livello di brand awareness attraverso la pubblicità. Oggi, ancor di più, la Radio continua ad essere strategica per noi: questo mezzo viene pianificato simultaneamente e in modo complementare con i flight televisivi per incrementare la già elevata reach raggiunta dalla Tv di ben 10-15 punti a seconda dell’obiettivo” - dichiara Alessandro Ronco, Media Manager Italia di Ferrero.

“La pianificazione radiofonica ha sempre svolto un ruolo importante nella strategia di comunicazione di Alitalia. Attraverso la giusta selezione e mix di canali, fasce orarie e break, la Radio ci consente di essere vicini al nostro target di riferimento e di aumentare la reach su una scala più ampia in base ai diversi obiettivi di comunicazione di ogni campagna pubblicitaria. È un mezzo dinamico. Lo ascoltiamo per notizie e intrattenimento; può accompagnare il consumatore in molte attività e momenti della giornata e spesso può renderlo protagonista mediatico invece di un semplice ascoltatore. La Radio è in ottima salute e sarà ancora un attore chiave nella scena dei media per diversi anni” - afferma Luca Fantozzi, Communication planning and Media manager di Alitalia.

Per ulteriori testimonianze e per rivedere le iniziative delle precedenti edizioni del World Radio Day, visitare www.egtaradioday.com”.

Pubblica i tuoi commenti