Digitale Tv: ancora movimenti

Mediashopping dovrebbe diventare dal 1° marzo ME e cambiare palinsesto, arriva la rediviva HSE e intanto per MTv si apre la sede italiana di Viacom. Telecom ne venderà la maggioranza?

Vediamo cosa ha riferito intanto l'attento sito www.digital-sat.it, a firma di Giorgio Scorsone:

«Per chi questa mattina, come anche noi, si fosse chiesto cosa fosse "ME", ecco arrivare le prime news in proposito. Sin dalla sua apparizione sul digitale terrestre all'interno del mux Mediaset 2, gli utenti del nostro Digital-Forum che per primi hanno scovato il nuovo canale hanno cercato di capire cosa potesse essere.
Tra le ipotesi più diffuse c'era quella riportata peraltro nel nostro primo articolo, che potesse cioè trattarsi del progetto Italia 2, un canale maschile da affiancare a La5. Tra le altre suggestive ipotesi quella di un canale Medusa-Eagle, secondo le voci dei mesi scorsi che vedevano presto il lancio di una rete con i film della casa di distribuzione che fa capo a Tarak Ben Ammar.
Ce n'era poi una terza che coinvolgeva Mediashopping, canale di televendite del gruppo Mediaset diffuso dallo stesso mux 2: secondo i nostri utenti il nuovo "ME" non sarebbe altro che una sua versione riveduta e corretta per permettergli di avanzare nella numerazione LCN, in modo da entrare nella stessa zona già presidiata da QVC (canale 32) e dal prossimo HSE24 (canale 37), la cui test card è stata aggiunta proprio ieri al mux TIMB2.
Bene, chi ha pensato ad una soluzione del genere ci ha visto giusto. Come ci hanno confermato da Cologno, dal prossimo 1° marzo il canale Mediashopping si trasformerà e diventerà "ME": per 16 ore al giorno manterrà la programmazione attuale, fatta prevalentemente di televendite, mentre per le restanti 8 ore trasmetterà film, serie tv, documentari e programmi di altri genere. Grazie a questa mossa il nuovo canale potrà quindi essere inserito senza problemi nella posizione LCN 35, dove è già presente la test card»


Appunto il ritorno dei tedeschi di HSE (anni fa i canali dell'ex ReteMia furono ceduti a Mediaset), annunciato nei mesi scorsi, è l'altro evento di queste settimane. Questo sarà dunque un ennesimo canale di televendite (ma non erano in crisi?).

Intanto in attesa della soluzione della questione Dahlia (la Lega Calcio è in pieno fermento per risolvere il 'caso'), Telecom Italia Media potrebbe pensare alla dismissione del 51% di Mtv Italia che detiene. Ecco le novità in merito: secondo 'Italia Oggi' e 'Mf,' è nata la divisione italiana di Viacom Holding, multinazionale americana che detiene il marchio Mtv nel mondo. Tra le prime mosse di Antonio Campo Dall'Orto, che ritorna in scena come presidente della nuova divisione nonché Executive Vice President di Mtv Networks International, ci sarebbe «l'avvio di una trattativa con Ti Media per rilevare l'intero pacchetto di Mtv». L'operazione potrebbe essere velocizzata appunto dall'apertura degli uffici milanesi di Viacom.

Pubblica i tuoi commenti