La scomparsa di Marisa Del Frate

Si è spenta a Roma Marisa Del Frate, celebre cantante, soubrette e attrice televisiva negli anni ’50 e ’60; visse poi una seconda giovinezza artistica negli anni ’70 e ’80 grazie alle emittenti regionali. Condusse infatti ‘Gran bazar’, programma che si può considerare la prima televendita diventata trasmissione, in onda su Telecentro, Teleregione, Vga Telerimini e su molte altre emittenti locali. Marisa Del Frate condusse inoltre ‘Sempre insieme (Tv shopping)’ in onda su Tele Mare di Cesenatico e ‘Venerdì insieme’ su Telerubicone.

Marisa Del Frate era nata a Roma l’11 marzo 1931. Dopo avere fatto per alcuni anni l’indossatrice, nel 1956 vinse il concorso di Miss Universo a Palermo, quindi intraprese la carriera di cantante di musica leggera, debuttò nel 1956 al Festival di Capri, dove vinse il terzo posto con il brano ‘Se potessi con la musica’. Nel 1958 partecipò al Festival di Napoli con ‘Bene’ e con ‘Malinconico autunno’, brano con il quale vinse la manifestazione.

Nel 1959 partecipò al Festival di Sanremo con ‘È molto facile dirsi addio’ in coppia con Giorgio Consolini e con ‘Ho disegnato un cuore’, in coppia con Gloria Christian. Tornò quindi al Festival di Napoli dove interpreto le canzoni ‘Voglio a tte’, ‘Pecchè se canta a Napule’ e ‘Sincerità’.

Nella stagione 1958-59 passò alla rivista e alla commedia musicale dove si rivelò subito soubrette simpatica e disinvolta, dotata di carica esplosiva e di contagiosa allegria. L’esordio in teatro fu con ‘Chiamate Arturo 777’ con Erminio Macario, nella stagione successiva fu la volta di ‘Monsieur Cenerentolo’ con Carlo Dapporto, accanto al quale recitò anche in ‘Il rampollo’ nella stagione 1960/61. Marisa Del Frate interpretò anche qualche film grazie alla notorietà raggiunta sui palcoscenici di tutta Italia.

Marisa fu nel cast di alcune commedie all'italiana quali ‘Addio per sempre!’, ‘Obiettivo ragazze’ per la regia di Mario Mattoli (con Tony Renis, Memmo Carotenuto ed Aroldo Tieri), ‘La ballata dei mariti’ e il musicarello ‘Perdono’ con Caterina Caselli e Nino Taranto.

L’esordio in Tv avvenne nel 1961 con L’amico del Giaguaro’ shw diretto da Vito Molinari, presentato da Corrado, con Gino Bramieri e Raffaele Pisu. Il successo fu incredibile e si ripetè fino al 1964 (le altre regie furono di Bettetini). Marisa cantò anche la sigla omonima e il motivo tormentone ‘La Matta - L'amico del giaguaro’ e si esibì assieme a Corrado, Gino Bramieri e Raffaele Pisu in sketches, canzoni, parodie e imitazioni.

Nel 1963 fu la volta di ‘Il naso finto’ con Paolo Ferrari, cui seguirono nel 1965 la commedia ‘Valentina’ per la regia di Vito Molinari, “La sveglia al collo” di Marchesi e Terzoli e, nel 1968, ‘La Trottola’ con Corrado e Sandra Mondaini, programma del quale cantò anche le sigla scritta dallo stesso presentatore ‘Anche se tu’.
In teatro Marisa si esibisce con Raffaele Pisu e Alberto Bonucci nel 1964 in uno spettacolo simil-televisivo, ‘Trecentosessantacinque’. Nel 1965 apparve con Raffaele Pisu e Gino Bramieri  in ‘Italiani si nasce’ di Faele, dove si esibì con ironia in uno strip mozzafiato.

Il sodalizio teatrale con Bramieri continuerà per anni. Nella stagione 1968-69 Marisa, assorbita totalmente dalla Televisione, fra Caroselli e spettacoli di varietà, diede il suo addio alla rivista con ‘Helzappening’ al fianco di Carlo Dapporto. Fu il preludio dell’addio anche alla Televisione causa matrimonio: convolò infatti segretamente a nozze in Scozia con Tonino Micheluzzi, già sposato. I due ebbero una bimba, che però sopravvisse solo poche ore.

Marisa tornerà in Tv dopo quasi dieci anni di assenza nel 1977 con la commedia musicale del sabato sera di RaiUno ‘Valentina’ con Elisabetta Viviani e Leo Colonna, cui seguiranno nel 1978 la commedia ‘Il Coniglio’ e ‘Macario Più’, festa per i cinquant’anni di attività di Erminio Macario.

Negli anni ’80 Marisa Del Frate rivive momenti di gloria grazie alle Tv regionali: il suo programma, ‘Gran Bazar’ con il suo vecchio collega Raffaele Pisu, andò in onda su Telecentro di Bologna e su molte altre emittenti locali. Fu un’idea vincente (per alcuni anni) e trasformò molti proprietari di negozi e aziende in ‘volti celebri’ (compresa Vanna Marchi).

Marisa Del Frate condurrà poi altri programmi su varie emittenti locali, in genere sempre a carattere commerciale.

Nel 1997 tornò in Tv come ospite dei programmi di Paolo Limiti, ‘Ci vediamo in Tv’ e ‘ Alle due su RaiUno’. Nel 2008 venne invitata da Alda D'eusanio nello studio televisivo di 'Ricominciare’, dove partecipò alla trasmissione sempre come ospite.

Negli ultimi anni si era dedicata alla pittura, allestendo un serie di mostre. Si è spenta il 5 febbraio 2015 nella sua casa di Roma.

Pubblica i tuoi commenti