Notizie tutte in pillole

‘All night shopping’ è un’iniziativa di Qvc (canale 32 DTT) che nella notte fra 7 e 8 novembre ha proposto ‘la notte bianca dello shopping online’, ovvero “una notte piena di occasioni per i vostri acquisti di Natale. Più di 140 negozi on line con decine di migliaia di sconti, offerte, promozioni e prodotti in esclusiva. Tutto solo per una notte”.

 

L’edizione di gennaio 2016 della rivista americana per la Tv internazionale ‘VideoAge’ onorerà Pedro F. Leda, fondatore e presidente della societá di produzione e distribuzione argentina Ledafilms. Leda, nato in Germania e trasferitosi da piccolo in Sud America, é l’ottavo pioniere che entra a far parte della Hall of Fame della distribuzione di contenuti audiovisivi.

Il numero di gennaio di ‘VideoAge’ verrá distribuito a NATPE-Miami, fiera Tv che si concentra principalmente sul mercato televisivo latino-americano, di cui Leda é uno dei principali rappresentanti.

A gennaio Leda si unirà quindi agli altri pionieri della Hall of Fame, come Herb Lazarus (celebrato nel numero di novembre/dicembre), l'australiano Bruce Gordon (ottobre), l'italiano Max Gusberti (giugno/luglio), il messicano Marcel Vinay Sr. (maggio) e Alan Silverbach (aprile).

 

Grave e improvviso lutto nel mondo delle startup e del ‘digitale’ in Italia. È morto a soli 53 anni Enrico Gasperini, presidente e fondatore della Digital Magics, incubatore di startup digitali, e dal 2007 presidente di Audiweb, che ‘misura’ il seguito dei siti on line. Gasperini aveva iniziato la sua attività imprenditoriale sperimentando già negli anni ’90 nuovi sistemi digitali di interfacce intelligenti. Come è comparso sul sito di Digital Magics, “Gasperini (è stato) uno dei più grandi innovatori che il nostro Paese potesse vantare nell’ambito dell’imprenditoria digitale, ma soprattutto uomo di grandissima umanità e generosità”.

 

Gazzetta Tv presenta un nuovo programma nel prime time: ‘Lo Spogliatoio’. Carlo Genta - già conduttore di ‘Tutti Convocati’ in onda su Radio24 - e Franco Piantanida - anchorman di Gazzetta Tv - invitano a entrare nel loro ‘spogliatoio televisivo’. Nel talk show lo sport sarà raccontato in modo informale e appassionato, con una lettura ironica e coinvolgente che ripercorrerà gli avvenimenti dell’attualità calcistica e sportiva della giornata grazie a servizi, commenti e dibattiti. In ogni puntata Carlo Genta e Franco Piantanida saranno accompagnati da sportivi, opinionisti esterni al mondo dello sport e dai giornalisti de ‘La Gazzetta dello Sport’. Previsti anche interventi di Filippo Maria Ricci e di Francesco Letizia. ‘Lo Spogliatoio’ sarà infine animato anche da Giuseppe Cruciani e Boris Sollazzo e da campioni come Alessio Tacchinardi, Nicola Berti, Giuseppe Galderisi e Mario Boni.

 

FOX International Channels Italy comunica che Fabrizio Salini lascerà a breve il suo ruolo di Amministratore Delegato. Al suo posto subentrerà Kathryn Fink. Salini lascerà FOX International Channels Italy a fine dicembre, mentre Kathryn Fink entrerà in carica dal 1° gennaio 2016.

Salini è stato parte attiva nel lancio dei canali Fox su Sky nel 2003. Nel 2014 era tornato in Fox Italy come Amministratore Delegato.

Kathryn Fink è invece una professionista di grande esperienza che ha ricoperto importanti ruoli in News Corp e Sky Italia.

 

No alle riprese per cinema e Tv con i droni sulle aree affollate ed una maggior valorizzazione del ruolo del pilota: sono alcuni degli aggiornamenti delle regole per il nuovissimo mondo delle riprese per il cinema e il giornalismo fatte con i velivoli senza pilota. Le novità in questo campo sono state presentate di recente nella Roma Drone Conference, che ha dedicato una giornata negli spazi della Link Campus University per fare chiarezza sull’abusivismo diffuso nel settore, dai voli sui concerti fino all’ultima moda delle riprese di matrimoni. Per venire incontro alle esigenze degli operatori e tutelare il settore con regole chiare, l’Enac ha introdotto alcune variazioni al regolamento dell’uso dei droni. Tra le maggiori novità, vi è la nuova definizione degli scenari su cui si opera, bilanciati in base ai rischi verso persone e cose.

 

In esclusiva su Deezer - servizio leader di musica in streaming on demand con un catalogo di oltre 35 milioni di brani - sarà possibile ascoltare le esecuzioni originali dei concorrenti delle puntate dei Live Show di ‘X Factor’, in onda ogni giovedì dalle ore 21:10 su Sky Uno HD.

Le esecuzioni originali dei concorrenti dei live di ‘X Factor’ saranno disponibili su Deezer al termine di ogni puntata dei Live Show, a partire dal terzo live, nella sezione dedicata a X Factor. Attraverso la sezione dedicata ad X Factor su Deezer è possibile immergersi in tutto il mondo musicale legato ad X Factor: dai brani con cui i concorrenti dei live si sono esibiti durante le fasi di selezione (Audizioni, BootCamp e Home Visit) sino alle canzoni delle ultime edizioni di X Factor con le esibizioni dei concorrenti che hanno fatto la storia del fortunato programma Tv. Tutti questi contenuti sono disponibili anche nella sezione “XF Music” dell’App mobile X Factor 2015 e all’interno del sito ufficiale di X Factor: xfactor.sky.it/deezer.

Deezer è uno dei servizi globali leader di musica digitale in streaming, presente in oltre 180 Paesi, con oltre 6 milioni di abbonati a pagamento nel mondo e offre un accesso immediato al più ampio catalogo di musica del mondo, con oltre 35 milioni di brani e oltre 40.000 podcast accessibili da qualsiasi dispositivo.

Fondata nel 2007, Deezer ha sede principale a Parigi ed uffici a Londra, San Francisco e in tutto il mondo.

 

Con sentenza n. 210/2015 depositata il 29 ottobre la Corte Costituzionale si è pronunciata nel giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 38, comma 5 del Dlgs n. 177/2005 (Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici), come sostituito dall’art. 12 del Dlgs 15 marzo 2010, n. 44. Tale norma prevede che “la trasmissione di spot pubblicitari televisivi da parte di emittenti a pagamento, anche analogiche, non può eccedere per l’anno 2010 il 16 per cento, per l’anno 2011 il 14 per cento e, a decorrere dall’anno 2012, il 12 per cento di una determinata e distinta ora d’orologio”. Secondo la Consulta, non vi è stata alcuna violazione della legge delega da parte del Governo (Berlusconi) dell’epoca nel dare attuazione alla direttiva comunitaria n. 2007/65/CE.

La Corte Costituzionale rileva che le pay-tv si pongono in una situazione diversa da quella delle emittenti in chiaro, quanto all’incidenza economica dei limiti di affollamento pubblicitario sulle modalità di finanziamento delle stesse emittenti.

 

“Il Fattaccio” è il nuovo appuntamento settimanale televisivo che mira a creare un filo diretto tra cittadini e esperti su casi di malasanità e malagiustizia, raccontati direttamente dai protagonisti. La rubrica, condotta da Gianluca Russo, direttore responsabile del quotidiano online Responsabile Civile (www.responsabilecivile.it), andrà in onda tutti i lunedì alle ore 23.20 sull’emittente Gold Tv - canale 17 del digitale terrestre nel Lazio - all’interno del programma “L’ora Legale” condotto da Nina Perna (in replica il giovedì alle ore 14.00 sul canale 88 del digitale terrestre).

Al fianco del conduttore sarà ospite il dott. Carmelo Galipò, Presidente dell’Accademia della Medicina Legale, oltre a esponenti dei settori giuridico e medico-legale, che metteranno a disposizione degli spettatori la loro professionalità per consulenze in studio e in forma privata.

 

Arriveranno a gennaio i nuovi decoder che permetteranno a Mediaset Premium di vendere le sue partite di calcio della Champions League anche agli utenti della Tv via satellite. “È il segnale - scrive ‘Affari&Finanza’ di ‘Repubblica’ - che la guerra della pay-tv che infuria dall'estate tra Mediaset e Sky sta andando verso una ulteriore escalation”.

“Per Mediaset, andare sul satellite è una mossa molto rischiosa perché se ne vedono i costi ma meno, al momento, i vantaggi - continua il periodico di ‘Repubblica’ - . La decisione è seria. E il primo segnale è che stavolta i decoder non sono prodotti di fascia medio-bassa, come accaduto spesso in passato. No, questa volta a Cologno vogliono poter contare su una ‘macchina’ di qualità. E l'hanno infatti commissionata a Samsung”.

 

Con delibera n. 577/15/CONS del 16 ottobre, l’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni ha avviato una Consultazione pubblica finalizzata a prevedere modifiche e integrazioni al regolamento per il digitale radiofonico (il famoso Dab).

Con riferimento all’emittenza locale, l’Agcom intenderebbe modificare l’art. 12, comma 6 del Regolamento (relativo agli operatori di rete radiofonici in ambito locale), introducendo il vincolo di una soglia minima di almeno 12 soci di cui una società consortile deve dotarsi ai fini dell’assegnazione dei diritti di uso delle frequenze per le trasmissioni radiofoniche digitali (attualmente il regolamento prevede società consortili partecipate da almeno il 30 per cento delle emittenti legittimamente esercenti nello stesso bacino di utenza o sub bacino di utenza).

Inoltre, lo schema di regolamento introduce una procedura di selezione comparativa per l’emittenza radiofonica locale, da attuarsi qualora il numero di società consortili richiedenti l’assegnazione del diritto di uso di una frequenza in un determinato bacino sia superiore al numero di blocchi di frequenze pianificate nel bacino stesso.

Viene infine ipotizzata la modifica dell’art. 13, comma 5 del regolamento che, attualmente prevede di “garantire agli operatori di rete locali privati fino a 11 blocchi di diffusione”, sostituendolo con la formula di “garantire agli operatori di rete locali il massimo numero disponibile di blocchi  di diffusione”.

 

A capo del nuovo consiglio di amministrazione di Monradio-R101 è stato messo Luigi Motta, direttore del personale di Mediaset, mentre la stessa Mediaset starebbe elaborando altre idee sul palinsesto della stessa R101: si parla molto di una possibile evoluzione di R101 in Radio sportiva (con gestione affidata alla redazione sportiva di Mediaset), ma ogni ipotesi sembra in realtà ancora prematura.

 

Il canale 16 in Puglia è ora occupato da TRM di Matera e non più da Blustar Tv di Taranto (emittente da tempo in difficoltà), che ora “ha dato appuntamento a tutti” sul canale 189 per seguire i suoi Tg, che dovrebbero essere tuttora realizzati, nonostante la progressiva riduzione di personale. Sul 189 c’è peraltro non Blustar in quanto tale ma l’omonima (Canale 189) nuova emittente pugliese di informazione regionale.

Pubblica i tuoi commenti