Puglia: preoccupazioni per Studio 100 e Publiradio

C’è preoccupazione nel mondo sindacale e giornalistico pugliese per la prevista ristrutturazione del gruppo Studio 100 di Taranto, che potrebbe coinvolgere anche Publiradio.

Ecco la nota dell'Ansa di questi giorni:

«L'Associazione della Stampa di Puglia in una nota esprime «preoccupazione per le condizioni in cui versa il gruppo radiotelevisivo Studio 100, che ha chiuso, senza alcun confronto
sindacale, la redazione di Lecce, che annuncia e ritira a giorni alterni tagli e cassa integrazione a Brindisi e a Taranto». «Che non rispetta l'accordo - si legge ancora - firmato con l'Assostampa alla Provincia di Lecce, coinvolgendo organizzazioni sindacali non firmatarie del CCNL Aeranti-Corallo-Fnsi e dunque non legittimate ad assistere i giornalisti, che si appresta a dismettere emittenti che hanno fatto la storia della radiofonia pugliese».

L'Associazione della Stampa di Puglia chiede alla Regione Puglia «di non riconoscere alla società editrice ammortizzatori sociali fino a quando non saranno ripristinate corrette relazioni industriali e non sarà avviato un confronto sul futuro del gruppo editoriale, con numeri e prospettive certe e non legate all'attuale oscillante quotidianità».

L'accenno alla possibile dismissione di “emittenti che hanno fatto la storia della radiofonia pugliese” sembra riferita a Publiradio, emittente del gruppo di Studio 100 molto seguita in una bella fetta della Puglia.

Pubblica i tuoi commenti