Sky: ‘tombola’ con le primarie

Ottimi risultati in termini di audience e di riscontro d’immagine per Sky con il ‘confronto a cinque’ fra gli aspiranti premier del Centro-Sinistra in onda l’altra sera dal Teatro della Luna di Milano (quello di ‘X-Factor’).

Vediamo prima l'audience con l'Ansa:

«Ascolti e share record per Sky, al livello di grande tv generalista, e un incredibile boom di tweet con oltre 100 mila invii unici e due "hashtag" ai primi due posti nel traffico mondiale per gran parte della serata e punte di oltre 20 tweet al secondo nei momenti più caldi del dibattito. Sono i risultati raccolti dal "Confronto" di Sky Tg 24 con protagonisti i cinque candidati alla guida del Centro Sinistra alle prossime elezioni politiche. Il programma, in onda dalle 20.30 alle 22.30 su Sky Tg 24 e Cielo, ha raccolto nel complesso 1.885.816 spettatori medi, con uno share del 6,22% e ben il 41 per cento di permanenza da parte dei telespettatori, a premiare la formula delle risposte brevi e dei tempi certi per ogni intervento, al centro dell'appuntamento di Sky Tg 24.
La "permanenza" sale a sfiorare il 50% tra gli abbonati Sky che hanno seguito il Confronto sui canali satellitari, con un totale di 4 milioni 569 mila spettatori unici. Sky Tg 24 ha inoltre polverizzato ogni suo record di ascolto nella fascia 20.30-22.30, con oltre 700 mila spettatori medi. Successo d'audience anche per il Dopo Confronto, che nei 90 minuti di durata (dalle 22.35 a mezzanotte) ha raccolto sui canali Sky Tg 24 ben 205 mila spettatori medi».

Solo ora, al solito, si fa viva la Rai, provando a vedere se per caso è possibile un 'bis' sulle reti pubbliche. A Viale Mazzini davvero servirebbe qualcuno che superi le solite 'manfrine' e decida subito su cose importanti, prendendosi anche la responsabilità delle scelte. Perché se si seguono i soliti canoni, su RaiUno dovrebbe per forza esserci di mezzo Vespa, su RaiDue non si può fare (a meno che non si voglia mettere di mezzo Paragone ed è meglio lasciar perdere…,) poiché non c'è un programma d'informazione degno di questo nome, e, quanto a RaiTre, ci sono persino troppi 'galletti' che potrebbero ambire a ospitare il quintetto (anche se Floris, a occhio, potrebbe anche andare bene; meno adatto ci pare un Fazio un po' troppo 'pomposo' e 'ufficiale').

E chissà che, a sorpresa, non provi a inserirsi nella partita anche Mediaset (o La7, che sarebbe ancor più adatta della Rai).

Poi c'è il discorso della formula. Quella di Sky Tg 24 può piacere o non piacere ma non è né quella troppo confusa e caotica dei talk-show né quella canonica di 'Tribuna Politica' (che la Commissione di Vigilanza continua a non programmare da parecchio tempo sulle reti pubbliche). Un tentativo di cambiamento che va annotato con soddisfazione, in ogni caso, e che ha dato una serata più fresca e meno 'scontata' al pubblico.

Pubblica i tuoi commenti